Cronaca

Ciro Esposito: smentita agenzia di stampa, Ciro è vivo ma gravissimo

Intanto nel corso della cronaca della partita dei Mondiali Italia-Uruguay, Mazzocchi ha detto: "Qualcuno sta giocando una partita più importante di questa: Forza Ciro!"

Ciro

Ciro Esposito è ancora vivo: il tifoso napoletano ferito il 3 maggio scorso durante gli scontri avvenuti fuori allo Stadio Olimpico di Roma in occasione della finale di Coppa Italia, si è aggravato sempre di più nelle ultime ore.

Tanti interventi chirurgici dai quali non si era mai ripreso completamente per via di numerose complicanze dovute alla grave lesione traumatica subita: la prognosi è sempre rimasta riservata. In un primo momento si era pensato al peggio. "Ciro è morto", aveva battuto un'agenzia di stampa, subito smentita dalla famiglia. Fonti della Questura davano Esposito come "clinicamente morto".

Eppure Ciro Esposito è cosciente ma sedato farmacologicamente, come comunicato dal professor Massimo Antonelli, direttore del Centro di Rianimazione del Policlinico A. Gemelli "Le condizioni si sono ulteriormente aggravate nelle ultime 36 ore e i supporti vitali non riescono a tenere sotto controllo la funzionalita' degli organi", si legge nel bollettino.  Michele Esposito, fratello del tifoso del Napoli gravemente ferito prima della finale di Coppa Italia, è stato il primo a smentire le voci sulla sua morte del ragazzo: "Sì, Ciro è ancora vivo", ha detto all'uscita del policlinico Gemelli di Roma. Fiato sospeso per il giovane anche tra i tifosi salernitani che nella partita contro il Frosinone lo avevano sostenuto con lo striscione: "Ciro non mollare". Intanto nel corso della cronaca della partita dei Mondiali Italia-Uruguay, Mazzocchi ha detto: "Qualcuno sta giocando una partita più importante di questa: Forza Ciro!"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ciro Esposito: smentita agenzia di stampa, Ciro è vivo ma gravissimo

SalernoToday è in caricamento