Cronaca

Scontri dopo la partita in costiera amalfitana: arresti e Daspo

Manette ai polsi di due tifosi nolani dopo i tafferugli scoppiati al fischio di chiusura della sfida al Costa d'Amalfi. I Carabinieri sono riusciti anche ad identificare altri 19 tifosi, che saranno raggiunti dal provvedimento amministrativo del Divieto di Accesso alle Manifestazioni Sportive

Foto archivio

E' finito con due arresti e 19 Daspo un pomeriggio di follia-ultras in costiera amalfitana. Al termine della partita Costa d'Amalfi-Nola, finita 2-0 per la squadra ospite, si è scatenata la rabbia di facinorosi provenienti da Nola, che hanno agito con il volto travisato. Un giovane di Maiori, ferito alla testa, è stato trasportato al presidio sanitario di Ravello. Due tifosi del Nola, D.G.L del 1993 e B.P. nato nel 1988, sono stati arrestati e processati con il rito direttissimo. L'accusa è di resistenza aggravata a pubblico ufficiale. I Carabinieri sono riusciti anche ad identificare altri 19 tifosi, che saranno raggiunti dal provvedimento amministrativo del Divieto di Accesso alle Manifestazioni Sportive

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scontri dopo la partita in costiera amalfitana: arresti e Daspo

SalernoToday è in caricamento