rotate-mobile
Cronaca

Scontri all'Arechi: lancio di pietre e bottiglie contro la Celere, 9 agenti e 1 finanziere feriti

Un nutrito gruppo di salernitani ha messo in atto la sommossa, a volto coperto. Tre dei feriti appartenenti alle forze dell'ordine sono stati condotti in ospedale

Scontri con il reparto celere e forze dell'ordine all'esterno dello stadio Arechi, in zona parcheggi tribuna, oggi, giorno della sfida tra Granata e Fiorentina. Un nutrito numero di salernitani, non meno di 100, si è radunato nei pressi di un punto ristoro e poi ha deciso di attaccare, a volto coperto. L'assembramento che si era creato molti minuti prima aveva insospettito poliziotti e finanzieri, che si erano schierati in assetto antisommossa. Poco dopo le ore 17.15 è cominciato l'assalto. Scontri con lanci di bottiglie e pietre. Le forze dell'ordine hanno dapprima reagito con cariche e poi anche con il lancio di lacrimogeni per disperdere la folla.

I feriti

I feriti appartenenti alle Forze dell’Ordine risultano 10 (9 agenti e 1 finanziere), di cui 3 condotti in ospedale per farsi medicare. Per gli altri malcapitati, invece, solo delle contusioni. 

I controlli

Un elicottero sorveglia. I salernitani hanno cercato di venire a contatto con i fiorentini che sopraggiungevano nel settore ospiti, in 400, a bordo di bus e minivan. L'obiettivo era forzare alcuni varchi di separazione. Sono stati lanciati verso le forze dell'ordine molti fumogeni e bombe carta. Il gruppo dei 100-150 aveva il viso travisato da passamontagna. Nella partita d'andata a Firenze c'erano stati scontri e la stagione scorsa, a Salerno, un tentativo di contatto nei pressi di una pizzeria in via Allende.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scontri all'Arechi: lancio di pietre e bottiglie contro la Celere, 9 agenti e 1 finanziere feriti

SalernoToday è in caricamento