Covid e scuola: i sindaci firmano le ordinanze, altro rinvio in provincia di Salerno

Lezioni regolari fino alla seconda elementare a Salerno e Cava de' Tirreni. Molti primi cittadini, però, hanno rinviato al 22 dicembre oppure a gennaio il ritorno degli alunni in classe, in presenza. Tavolo tecnico a Nocera Inferiore

A Salerno dal prossimo mercoledì 9 dicembre tornano in classe gli alunni degli asili nido, scuole d'infanzia, le classi prime e seconde elementari. Il Comune di Salerno, che già nei giorni scorsi aveva autorizzato il ritorno in classe fino alla prima elementare, si allinea alla determinazione assunta dalla Regione Campania sulla base di una oggettiva valutazione dell'andamento pandemico. A Cava de' Tirreni, ecco l'ordinanza del sindaco Servalli: "A seguito dell'Ordinanza della Presidenza della Regione Campania numero 95, e sulla base della relazione tecnica dell'Unità di Crisi regionale che ha tenuto conto anche dei risultati dello screening sulla popolazione scolastica è stato stabilito che, a partire dal 9 dicembre 2020, è consentita l'attività didattica in presenza dalla scuola dei servizi educativi dell'infanzia fino alla seconda classe della Primaria. Per tutte le altre classi della Primaria e della Secondaria di primo e secondo grado, prosegue la didattica a distanza".

Il rinvio

Non suona la campanella, non ancora. Dopo l'ordinanza di rinvio delle lezioni in presenza, firmata dal primo cittadino di Giffoni Sei Casali,  anche a Fisciano il sindaco Vincenzo Sessa ha rinviato con un'ordinanza la ripresa delle attività nelle scuole di ogni ordine e grado, fino al 22 dicembre. Ha individuato la stessa data per la ripresa anche il sindaco di Pellezzano, Francesco Morra. "Un’ordinanza - scrive - per prorogare la sospensione delle attività didattiche ed educative in presenza di tutte le scuole presenti sul territorio comunale fino alla data del 22 dicembre".

Epifania

Il primo cittadino di Roccapiemonte, Carmine Pagano, informa la popolazione: "Dopo una serie di considerazioni sanitarie in relazione al numero di soggetti positivi al Covid-19, visto che in questo periodo è ancora alto il rischio di contagio, a seguito anche di consultazioni e valutazioni effettuate con componenti del settore scolastico, ho emesso una ordinanza con la quale ho deciso per la sospensione delle attività didattiche in presenza fino al 6 gennaio 2021 compreso. Il rientro nelle strutture scolastiche cittadine è previsto per il giorno 7 gennaio 2021. Si tratta di una opportunità da valutare dopo aver effettuato ulteriori valutazioni rispetto alla situazione sanitaria".  Con Ordinanza numero 322, il Commissario Prefettizio di Eboli, Antonio De Iesu ha disposto ulteriore proroga fino al 7 gennaio 2021: chiusura delle scuole di ogni ordine e grado, compresi gli asili nido e le scuole dell’infanzia. Inoltre il prefetto Francesco Russo ha nominato i due subcommissari che affiancheranno De Iesu: si tratta dei funzionari Tripodi e Amantea. A San Cipriano Picentino, il sindaco dispone "misure urgenti in materia di contenimento dell'emergenza epidemiologica da CoViD-19. Proroga disposizioni concernenti l'attività scolastica": sospensione delle attività didattiche in presenza di ogni ordine e grado nei plessi scolastici comunali fino al 5 gennaio 2021.

Covid in Campania: il bollettino dell'Unità di crisi

Contagi nel Salernitano: i dati ministeriali

I tavoli tecnici

Il coordinamento dei Sindaci della Valle dell'Irno, riunitosi questa mattina presso il Comune di Baronissi, ha deciso la proroga della sospensione in presenza delle scuole di ogni ordine e grado, fino al 22 dicembre. All'incontro erano presenti i sindaci di Baronissi Gianfranco Valiante, di Bracigliano Antonio Rescigno, di Calvanico Francesco Gismondi, di Fisciano Vincenzo Sessa, di Mercato San Severino Antonio Somma e di Pellezzano Francesco Morra. Presente in videoconferenza il sindaco di Siano Giorgio Marchese. Al momento sono 1020 i casi di contagio su tutto il territorio della Valle dell'Irno e quasi il triplo le persone poste in quarantena dall'Asl. I Sindaci, verificati i dati epidemiologici e considerato che molti studenti sono iscritti in istituti di comuni vicinori, hanno disposto in via precauzionale la sospensione dell’attività didattica in presenza, con certezza che a far data dal prossimo 7 gennaio la scuola riprenderà regolarmente per tutti gli studenti di ogni ordine e grado. Sospese le attività in presenza per la scuola primaria e secondaria di primo grado anche a Nocera inferiore. Oltre alle attività in presenza per tutti i laboratori di scuole pubbliche e scuole private presenti sul territorio. Tornano in presenza solo infanzia e nidi. A Nocera Superiore, stop alla didattica in presenza fino al 6 gennaio 2021 "dei servizi educativi 0-3 anni pubblici nonché delle scuole dell’infanzia, primaria e secondaria di  primo grado fino al giorno 22 dicembre". Chiusura fino al giorno 6 gennaio 2021 compreso dei plessi scolastici del I circolo didattico (Portaromana, Pareti, Marco Polo), "ad eccezione -- precisa la nota del Comune - del plesso Fresa Pascoli dove attualmente insistono aule ed uffici del Primo circolo, idonee ad ospitare le attività in presenza per gli alunni con bisogni speciali".

A Battipaglia scuole chiuse sino a dopo le festività. L'ordinanza verrà emanata domani mattina allorquando sarà stato possibile leggere compiutamente i contenuti anche tecnici dell'emananda Ordinanza Regionale che stando alle anticipazioni dovrebbe disporre attività didattiche in presenza a partire da mercoledì 9 dicembre per le classi prime e seconde della scuola primaria. Sul punto oggi vi è stato un lungo e proficuo confronto con i Dirigenti Scolastici che ringraziamo per la collaborazione. Si vuole evitare una disparità di apprendimento per gli studenti di queste classi, tra chi sarebbe comunque trattenuto a casa da genitori preoccupati da un quadro epidemiologico ancora non rassicurante e quelli che frequenterebbero in presenza. Ricordando appunto che purtroppo non è prevista didattica digitale integrata per la scuola primaria

In relazione alla sospensione dell'attività didattica in presenza, per il Comune di Sarno si conferma la data del 9 Gennaio 2021 con ripresa prevista per la data dell'11 Gennaio 2021, 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Campania, parte la zona gialla "rinforzata": ecco cosa si potrà fare (e cosa no)

  • Nuovo Dpcm e zona gialla per la Campania: ecco le nuove regole da rispettare

  • Nuovo Dpcm 15 gennaio: ecco cosa dovrebbe cambiare anche in Campania, nelle zone gialle riaprono i musei

  • In Campania il numero dei vaccinati è maggiore dei vaccini arrivati: la Regione si affretta a chiarire

  • Strada ghiacciata, incidente a catena in autostrada a Pontecagnano: quattro i feriti

  • Vaccino ad amici e parenti, indaga la Procura di Salerno: intervengono i Nas

Torna su
SalernoToday è in caricamento