"Genovesi-Da Vinci", gli studenti: "Carenze strutturali, incontro con la Provincia"

Fissato stamattina alle ore 12, alla presenza della Digos. Gli alunni sono in assemblea permanente e hanno scritto un documento, inviato anche alla nostra redazione

Proteste e disagi al "Genovesi-Da Vinci" di Salerno. Gli studenti, riuniti in assemblea permanente "ma senza bloccare lezioni, corsi pomeridiani - precisano - né teatro", hanno chiesto e ottenuto un incontro con i funzionari della Provincia di Salerno, alla presenza della Digos. Lamentano gravi carenze strutturali e chiedono anche di rimuovere scaffali, sedie e suppellettili in disuso: è tutto posizionato nel cortile e nei pressi delle scale.

Il documento

Indirizzato alla Dirigenza Scolastica, alla Provincia di Salerno e alla Questura di Salerno, il documento chiarisce i motivi della protesta, finalizzata "scrivono gli studenti - a rendere l’ambiente scolastico un luogo sicuro e accogliente. Vogliamo che siano risolti i seguenti problemi, così da agevolare la crescita di tutti: prove di evacuazione mai effettuate e quindi mancata preparazione dei nuovi alunni in caso di situazioni di emergenza, uscite e scale d’emergenza inutilizzate o non funzionanti, quarto piano in uno stato fatiscente da più di 3 anni, bagni inagibili e numero esiguo a fronte del numero di studenti, palestre in pessime condizioni, con conseguente pericolo per alunni docenti e personale, o non utilizzate. Calcinacci caduti nell’unica palestra attualmente funzionante e quindi impossibilità della fruizione da parte degli alunni nelle palestre con mancata istruzione nel campo dell’educazione fisica.". Nelle ultime ore, precisamente da domenica scorsa, la palestra sarebbe stata dichiarata anche inagibile. Gli studenti hanno inviato alla nostra redazione alcune foto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le altre carenze

"Strumenti scolastici mai adoperati ma presenti come funzionanti all’open day - attaccano gli studenti -. Laboratori nuovi e sala Mac mai utilizzati. Impossibilità degli alunni, a fronte della scelta di iscriversi ad un liceo scientifico, di utilizzare per l’appunto attrezzature scientifiche. I materiali elettronici forniti dalla scuola per il corretto svolgimento delle lezioni sono obsoleti, con impedimenti e rallentamenti. Pessima disposizione delle attrezzature negli esigui laboratori funzionanti, con conseguente pericolo. Chiediamo potenziamento ATA a causa della mancata pulizia di scale, corridoi e classi che ostacolano la normale lezione scolastica sia dei professori che degli alunni, in particolar modo a chi è allergico".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19: sospesa la scuola fino al 30 ottobre, chiusi i circoli e stop all'asporto dopo le 21 e alle feste

  • Covid, nuova ordinanza della Regione Campania: confermate le restrizioni

  • Campania: dietrofront sulla scuola, non riaprono neppure le elementari

  • Covid-19: il coprifuoco inizia venerdì, De Luca denuncia la mancanza di personale sanitario

  • Mini-lockdown in Campania: pubblicata l'ordinanza, De Luca frena le attività e chiude le scuole

  • Covid, in arrivo un nuovo Dpcm: più smart working e nuova stretta sui ristoranti, possibile freno alle palestre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento