Coma e speranza: "Amici di Luca" in visita alla scuola Matteo Mari

Venerdì 28 aprile, la presidente della Onlus bolognese farà visita agli alunni e al Dirigente Scolastico, professoressa Dell'Isola. Dalla vicenda dolorosa di Luca De Nigris è nata la "Casa dei risvegli", il centro d'accoglienza per il recupero dei giovani in coma

Foto tratta dal sito internet casadeirisvegli.it


Gli alunni della scuola Matteo Mari si apprestano a vivere una giornata dalle forti emozioni. Venerdì 28 aprile, il Quarto Circolo Didattico presieduto dal Dirigente Scolastico, professoressa Liliana Dell’Isola, accoglierà alle ore 10.30 l’associazione di volontariato Onlus “Gli amici di Luca”, dedicata a Luca De Nigris, un ragazzo morto a 15 anni, dopo oltre 200 giorni di coma. Luca era allegro, simpatico, amava la compagnia, le buone letture, era un appassionato cinefilo e un attento conoscitore di fumetti, frequentava il Liceo Minghetti a Bologna. Il suo è stato un destino avverso e per molti aspetti ancora incomprensibile; la sua vita è diventata una battaglia combattuta con orgoglioso coraggio e tenace ottimismo.

Idrocefalo dalla nascita e affetto da una scoliosi che si andava aggravando di anno in anno, Luca aveva seguito un percorso terapeutico, fatto di interventi di neurochirurgia e ingombranti busti. Il problema della scoliosi sembrava vicino alla soluzione: era necessario un piccolo intervento preparatorio a quello più impegnativo e risolutivo alla colonna vertebrale. In seguito a quella operazione "di routine", Luca è entrato in coma: 210 giorni di coma dopo un'operazione "perfettamente riuscita": un evento "né prevedibile, né prevenibile", come recitava un bollettino medico. Dalla vicenda di Luca è germogliata una promessa: la nascita della “Casa dei Risvegli” a lui dedicata, un centro innovativo di riabilitazione e di ricerca inaugurato il 7 ottobre 2004 a Bologna nell’area dell’Ospedale Bellaria, in occasione della sesta “Giornata nazionale dei risvegli per la ricerca sul coma-vale la pena” sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica.

E’ nato anche un libro, anzi due: scrittura coinvolgente per raccontare speranza e disperazione ma anche l’amore che tramuta una tragedia individuale in una nuova speranza per il futuro di tanti. Il libro ha fornito anche l’assist per la realizzazione del film “L’Alba di Luca”, prodotto da Rai Cinema. Venerdì 28 aprile, alle ore 10.30, la presidente dell’associazione, Maria Vaccari, farà visita ai bambini della scuola Matteo Mari e al Dirigente Scolastico, professoressa Liliana Dell’Isola. La presidente della Onlus bolognese, insieme alla sorella Monica ed a Fulvio De Nigris, giornalista e critico teatrale, direttore del Centro di Studi per la Ricerca sul Coma, sono impegnati in un'incessante attività di informazione e di supporto per quanti si trovano ad assistere pazienti in coma. Vaccari sarà a Salerno per ringraziare le famiglie e la città che hanno mostrato tante volte sensibilità verso l'importante tematica del coma giovanile. Sarà anche occasione per dare ancora una volta “voce al silenzio”. Saranno presenti autorità, familiari, testimonial. Il grande invitato, però, sarà la gioia dei bimbi che è segno di speranza. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si schianta con l'auto in litoranea a Pontecagnano: muore 47enne

  • Dramma allo stadio Arechi, durante la partita: tifoso cade nel fossato

  • "Ecco perchè picchiavo mia moglie": il racconto-choc di un salernitano alla Rai

  • Striscia la Notizia a Salerno: pazienti oncologici rinunciano agli esami per il blocco delle convenzioni

  • Furibonda lite in strada tra avvocatesse, a Pagani: la denuncia

  • Nuova allerta meteo in Campania: ecco le previsioni

Torna su
SalernoToday è in caricamento