menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scuole Aperte Salerno scende in piazza: "Tuteliamo bambini e studenti"

Il comitato, formato da genitori, docenti e studenti, è impegnato da mesi in difesa del diritto allo studio in presenza, perché “gli studenti, campani in particolare, sono gli unici in Italia e in Europa, in didattica a distanza da un anno”

 “Scuole aperte a Salerno” ha deciso di sostenere con una delegazione la manifestazione nazionale del 26 marzo, alle 10 a Piazza Caduti di Brescia per rimarcare la necessità di una riapertura delle scuole in presenza nella sicurezza della applicazione di tutti i protocolli nazionali.

La protesta 

Il comitato, formato da genitori, docenti e studenti, è impegnato da mesi in difesa del diritto allo studio in presenza, perché “gli studenti, campani in particolare, sono gli unici in Italia e in Europa, in didattica a distanza da un anno”. E’ fermamente convinto che “riportare gli studenti a scuola in presenza sia la necessaria priorità per fare fronte alle preoccupanti problematiche socio-economiche che soprattutto nella nostra Regione, nella quale i giorni in presenza sono nel numero più basso d'Italia e d'Europa, si acutizzano in forma gravissima (dispersione, non inclusione dei disabili e dei Bes, problemi psicosomatici dell'infanzia e dell'adolescenza, disuguaglianze sociali). Scuole Aperte Salerno “continuerà a scendere in piazza e tutelerà i bambini e ragazzi campani con ogni mezzo anche legale, come già fatto negli scorsi mesi riuscendo a portarli in classe seppur solo per poche settimane. Ribadisce con forza che il diritto all'uguaglianza dei cittadini e degli studenti, garantito dalla Costituzione, non può e non deve essere delegato ad altri se non allo Stato”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona "arancione", ecco cosa cambia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento