menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Troppi contagi da Covid: i sindaci di Angri e Scafati chiudono le scuole per 2 settimane

Tra le ragioni dell'ordinanza, l'aumento dei contagi che interessa in modo significativo anche il mondo scolastico e che alcuni casi di positività non sempre sono riconducibili ad un preciso ed identificabile focolaio

Torna la dad per due settimane ad Angri e a Scafati. Nel primo comune, dopo la notifica arrivata nel pomeriggio dall'Asl, il sindaco Cosimo Ferraioli ha firmato una nuova ordinanza sindacale per la chiusura delle scuole, di ogni ordine e grado, su tutto il territorio comunale, a causa del costante e significativo aumento dei casi di positività  e la difficoltà di tracciare una mappa veritiera del trend epidemiologico locale, per il ricorso autonomo ai cosiddetti “test Rapidi”, che non vengono tempestivamente comunicati all’Asl. Tra le ragioni dell'ordinanza, l'aumento dei contagi che interessa in modo significativo anche il mondo scolastico e che alcuni casi di positività non sempre sono riconducibili ad un preciso ed identificabile focolaio, ma riguardano soggetti non collegati tra loro.

Contagi tra i banchi a Lancusi

Parla il sindaco d Angri

Ho subito provveduto alla sospensione delle attività didattiche in presenza in tutti gli istituti scolastici presenti sul territorio del Comune di Angri, di ogni ordine e grado, pubblici e privati a partire dal giorno 15 febbraio 2021 fino al 28 febbraio 2021.

Resta naturalmente ferma ed impregiudicata la facoltà dei Dirigenti Scolastici, ai quali si fa specifico invito, di proseguire con l’attività didattica a distanza, nonché con le attività didattiche in presenza per gli allievi con disabilità.

Lo screening a scuola a Salerno

Parla il sindaco di Scafati, Cristoforo Salvati

E’ in fase di pubblicazione all’albo pretorio l’ordinanza con la quale dispongo la sospensione delle attività didattiche in presenza in tutte le scuole del territorio,dal 15 al 28 febbraio prossimi. In serata è pervenuta una comunicazione ufficiale dall’UOPC del Distretto Sanitario 61 della ASL SALERNO con la quale, visto l’aumento significativo dei casi di positività al COVID-19 che si è registrato negli ultimi giorni anche nell’ambito scolastico, si richiedeva al Sindaco di “valutare la necessità e l’urgenza di provvedere alla sospensione delle attività scolastiche in presenza di tutte le scuole del territorio comunale per un periodo non inferiore a due settimane”.

Condivido in pieno la richiesta del Dipartimento di prevenzione, l’unico deputato a fornire indicazioni di carattere sanitario che motivassero una nuova ordinanza sindacale per il ritorno alla Dad, onde evitare che un nuovo ricorso al Tar potesse poi disporne la sospensione. Resto convinto delle scelte fatte e di quelle che continuo a fare, perchè sempre nell’interesse della comunità, a tutela della salute e della sicurezza di tutti. Il virus sta riprendendo a circolare. Non abbassiamo la guardia. Stiamo attenti. Continuiamo ad essere responsabili, per noi stessi e per gli altri.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona "arancione", ecco cosa cambia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento