rotate-mobile
Cronaca Ravello

Costiera, sequestrate due tonnellate di tonno rosso novello

Nuovo bliz della Guardia di Finanza in Costiera Amalfitana. Gli esemplari recuperati non superano i trenta centimetri di lunghezza contro i settanta centimetri previsti dalla legge

Due tonnellate di tonno rosso novello sono state sequestrate dalla sezione navale della Guardia di Finanza lungo la Costa Amalfitana. I cachi gialli hanno denunciato dodici persone, che pescavano in frode alle normative. La pesca di tonno novello danneggia l’ecosistema marino, in quanto interrompe la possibilità di crescita completa degli esemplari, compromettendo gravemente la salvaguardia delle specie.

I sequestri sono stati eseguiti lungo il litorale che va da Capo d'Orso alla spiaggia di Castiglione nel comune di Ravello. L’operazione è stata condotta dal Guardacoste “G. 88 La Malfa”, dalla vedetta veloce “V. 2022” e da diverse pattuglie a terra. Preziosa anche la collaborazione fornita ai finanzieri dalla Capitaneria di Porto di Amalfi, che ha partecipato a tre dei sequestri effettuati.

Gli esemplari recuperati non superano i trenta centimetri di lunghezza contro i settanta centimetri previsti dalla legge. Il pescato sequestrato, dopo essere stato sottoposto a visita da parte dei veterinari dell’Asl e giudicato idoneo al consumo umano, è stato devoluto in beneficenza a istituti caritatevoli.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Costiera, sequestrate due tonnellate di tonno rosso novello

SalernoToday è in caricamento