rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Cronaca Camerota

Strade e piazze abusive sequestrate nel Parco del Cilento: sette denunce

Abusi edilizi, occupazione di suolo demaniale e deturpamento di bellezze naturali nei comuni di Camerota e San Giovanni a Piro: sette le persone denunciate

Abusi edilizi, occupazione di suolo demaniale e deturpamento di bellezze naturali nei comuni di Camerota e San Giovanni a Piro: sette le persone denunciate. Importante operazione del Corpo Forestale che, per iniziare, in località ‘Stretta’ in prossimità del parco immobiliare ‘Conca dei Vascelli’ di Camerota, ha scovato un cantiere edile con mezzi meccanici in opera. Proprio lì è stata notata la realizzazione ex novo di una strada asfaltata di circa 250 metri di lunghezza e larga 5 metri e un piazzale di circa  200 mq, pavimentato e asfaltato. Le indagini e gli accertamenti svolti in collaborazione con l’Utc del comune di Camerota, hanno consentito di appurare che le opere sono state realizzate in assenza di titolo edilizio e  degli occorrenti nulla osta degli enti preposti alla salvaguardia del territorio. Sequestrato, dunque, sia il tratto di strada asfaltato che il piazzale.

A San Giovanni a Piro, in località ‘Faro’, a seguire, la forestale ha scoperto una serie di interventi edilizi realizzati in parte su suolo di proprietà ed in parte su suolo pubblico distanti a 30 metri dalla fascia del demanio marittimo. Parliamo di muri, spiazzi, staccionate, scalinate e perfino un pozzo interrato. Le indagini hanno fatte emergere che i lavori oltre ad essere realizzati senza alcun titolo, hanno modificato completamente lo stato dei luoghi, trasformando l’area in zona attrezzata per attività commerciali a fini turistico-ricettivi e non compatibile, ovviamente, con la destinazione prevista nella normativa vigente per il Parco nazionale del Cilento. Altra realizzazione abusiva è stata scoperta in località ‘Cerrito’, dove, sempre abusivamente, un tracciato stradale sterrato lungo 500 metri e largo 2 metri è stato realizzato mediante sbancamenti di suolo con mezzi meccanici. Denunciate a piede libero alla Procura della Repubblica di Vallo della Lucania, dunque, sette persone per violazione in materia urbanistico edilizia, deturpamento e alterazioni di bellezze naturali, nonchè occupazione abusiva di suolo demaniale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strade e piazze abusive sequestrate nel Parco del Cilento: sette denunce

SalernoToday è in caricamento