rotate-mobile
Cronaca Castellabate

Castellabate, sequestrato un complesso turistico per abusi edilizi

Le costruzioni realizzate, secondo quanto appurato dalle indagini, hanno alterato in modo significativo e permanente lo stato dei luoghi, trasformando radicalmente l'area senza i necessari permessi di costruzione e le autorizzazioni paesaggistiche

I Carabinieri del Nucleo Parco di Castellabate hanno eseguito un decreto di sequestro preventivo su un'area di circa 23.000 metri quadrati, appartenente a un complesso turistico-ricettivo. Il provvedimento, emesso dal GIP del Tribunale di Vallo della Lucania su richiesta della Procura della Repubblica, riguarda una zona all'interno del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni. 

L'operazione

Le indagini, condotte con l'ausilio di un consulente tecnico, hanno rivelato che nel corso degli anni sono state costruite 83 unità abitative all'interno del complesso turistico. Queste strutture, collegate tra loro da una rete viaria e dotate di servizi elettrici e di illuminazione, sono risultate completamente difformi rispetto ai permessi edilizi posseduti. In particolare, le unità abitative sono stabilmente ancorate al suolo, pavimentate e recintate, configurando così una lottizzazione abusiva in una zona non adeguatamente urbanizzata e protetta dal punto di vista paesaggistico. Al rappresentante legale della società che gestisce il complesso sono stati contestati reati edilizi, paesaggistici e ambientali. Le costruzioni realizzate, infatti, hanno alterato in modo significativo e permanente lo stato dei luoghi, trasformando radicalmente l'area senza i necessari permessi di costruzione e le autorizzazioni paesaggistiche.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Castellabate, sequestrato un complesso turistico per abusi edilizi

SalernoToday è in caricamento