Sequestro agli ambulanti sul lungomare, l'ira dell'Anva: "Multati noi e non gli abusivi"

Pietrofesa: "A tutela dei sei operatori ambulanti, tra cui il sottoscritto, agiremo per vie legali con un ricorso al Tar, una denuncia penale per le tante omissioni e con una richiesta di risarcimento danni subiti e delle spese giudiziarie"

Questa mattina abbiamo subito il sequestro di alcuni banchetti per la vendita di varie merci. Il tutto nasce da una iniziativa di 6 operatori ambulanti, che tramite la nostra Associazione, avevano richiesto più volte la messa a bando dei posteggi isolati individuati con delibera di Consiglio Comunale di Salerno, la n. 17 del 17 aprile 2018.

Il bando non è stato fatto, ma con la intervenuta legge regionale 7/2020 Nuovo Testo Unico del Commercio, vi è la possibilità di poter operare da spuntisti in questi posteggi in attesa di assegnazione. Avevamo comunicato, così come previsto dalla L.R. l'inizio della vendita in questi posteggi, pagando regolarmente la Tosap dovuta.

Ma oggi, dopo una nota dell'ufficio Suap che ci dichiarava abusivi, pur non essendo così,  ci hanno fatto sequestro e multa, mentre chi opera abusivamente è stato lasciato lì tranquillamente a lavorare.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Lo ha denunciato Aniello Ciro Pietrofesa Coordinatore Regionale Anva. "La situazione sta diventando insopportabile, chi opera nella legalità deve subire, per far riconoscere i propri diritti deve adire alle vie legali, mentre chi opera nella illegalità viene premiato. A tutela dei sei operatori ambulanti, tra cui il sottoscritto, agiremo per vie legali con un ricorso al Tar, una denuncia penale per le tante omissioni e con una richiesta di risarcimento danni subiti e delle spese giudiziarie - continua Pietrofesa  - Non di può più sostenere questo tipo di atteggiamento che le Amministrazioni hanno nei confronti dei venditori ambulanti in regola, non si lascia lavorare persone che ne hanno diritto, in molte parti della Regione hanno chiuso i mercati senza avere rispetto per gli operatori e per il nostro lavoro, il tutto giustificato dal Covid-19, facendoci passare per gli untori pur non avendo nessun caso di contagio in tutti i mercati", ha concluso.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19: sospesa la scuola fino al 30 ottobre, chiusi i circoli e stop all'asporto dopo le 21 e alle feste

  • Covid, nuova ordinanza della Regione Campania: confermate le restrizioni

  • Campania: dietrofront sulla scuola, non riaprono neppure le elementari

  • Covid-19: torna l'autocertificazione in Campania, all'orizzonte un nuovo decreto di Conte

  • Covid-19: il coprifuoco inizia venerdì, De Luca denuncia la mancanza di personale sanitario

  • Mini-lockdown in Campania: pubblicata l'ordinanza, De Luca frena le attività e chiude le scuole

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento