menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sequestrata area di un'industria conserviera a Castel San Giorgio

I Carabinieri del NOE di Salerno, agli ordini del Capitano Giuseppe Ambrosone hanno apposto i sigilli di sequestro ad un'area di circa 400 metri quadrati costituente un più ampio terreno di pertinenza di una nota industria conserviera

I carabinieri del Noe di Salerno, agli ordini del Capitano Giuseppe Ambrosone, a Castel San Giorgio hanno apposto i sigilli di sequestro ad un’area di circa 400 metri quadrati costituente un più ampio terreno di pertinenza di una nota locale industria conserviera, su cui, da tempo, risultavano depositati ingenti quantitativi di rifiuti speciali non pericolosi, per una stima approssimativa di circa 300 metri cubi. Sull’area, nel corso del sopralluogo, i Carabinieri hanno rinvenuto illecitamente depositati e completamente esposti agli agenti  atmosferici, direttamente su nudo terreno, considerevoli quantitativi di rifiuti speciali, come miscugli di cemento, mattoni, mattonelle e calcinacci frammisti a terreno provenienti dall’attività di costruzione e demolizione.

In particolare, i militari dello speciale reparto a Tutela dell’Ambiente hanno accertato che l’attività aveva effettuato la gestione e lo stoccaggio abusivo (messa in riserva) dei rifiuti speciali, senza autorizzazione. Si indaga per stabilire la provenienza ed il trasporto del materiale di risulta rinvenuto. Finisce nei guai, intanto, per la gestione non autorizzata di rifiuti, il legale rappresentante dell’industria conserviera.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccinazioni in Campania, al via le adesioni degli “over 60”

Attualità

Covid-19: la Campania verso la conferma in zona rossa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento