menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rifiuti pericolosi ed inquinamento delle acque: nei guai un'azienda di Pontecagnano

Sigilli ad un'area di alcune centinaia di metri quadrati di una nota attività industriale per il trattamento e recupero di rifiuti

Scaricavano nel torrente Sardone acque industriali non depurate, trattando in maniera irregolare rifiuti speciali. E' stata sequestrata una nota azienda di Pontecagnano Faiano dedita al trattamento e al recupero di rifiuti speciali pericolosi e non. Il nucleo operativo ecologico dei carabinieri di Salerno, agli ordini del Capitano Giuseppe Ambrosone, insieme ai loro colleghi della stazione locale, infatti, hanno apposto i sigilli ad un'area di alcune centinaia di metri quadrati di una nota attività del posto.

Dopo i controlli eseguiti dal Noe, si è proceduto con il sequestro preventivo dell’area aziendale a servizio dell’impianto di trattamento dei rifiuti. Attraverso una condotta esterna all’opificio, infatti, l'industria scaricava, senza autorizzazione, le acque reflue industriali nel torrente, probabilmente perfino contaminate dai rifiuti pericolosi. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento