rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Cronaca Scafati

Scafati, sequestrati beni strumentali e merci per 750mila Euro

La misura, disposta dal giudice per le indagini preliminari del tribunale di Nocera Inferiore, è stata eseguita dai militari della guardia di finanza della compagnia di Scafati

Sottoposti a sequestro preventivo beni strumentali e merci per un valore di 750mila Euro: questo il bilancio di un'operazione messa a segno dai militari della compagnia della guardia di finanza di Scafati. Nel dettaglio, si legge in una nota emessa dal comando provinciale della guardia di finanza di Salerno, le fiamme gialle hanno eseguito un decreto di sequestro preventivo di beni strumentali e merci detenuti all’interno dell’area industriale di Scafati adibita a “Cash & Carry” all’ingrosso già sottoposta a vincolo cautelare nel corso delle indagini per il fallimento della Sud Italia Cash.

I militari hanno dato esecuzione ad una misura disposta dal giudice per le indagini preliminari presso il tribunale di Nocera Inferiore, a seguito di indagini effettuate dopo l'arresto di A. R., imprenditore sessantenne. "Gli approfondimenti d’indagine - si legge nel comunicato stampa emesso dal comando provinciale - hanno ulteriormente rafforzato il quadro probatorio a carico dell’indagato, evidenziando la piena continuità gestionale ed aziendale tra le società Sud Italia Cash e A.MI.CO”.

I finanzieri specificano che "già le precedenti risultanze istruttorie avevano evidenziato numerose operazioni finanziarie e societarie simulate dall’A.R., al solo scopo di continuare i propri affari, in pregiudizio dei creditori della Sud Italia Cash, operazioni completate con l’intestazione fittizia di quote societarie a prestanome cui addebitare in toto le conseguenze delle condotte illecite". Il giudice per le indagini preliminari ha quindi ritenuto necessario garantire alla curatela fallimentare la disponibilità di tutti i beni e delle merci, procedendo al sequestro di cui sopra.

In base alla nuova misura cautelare arriva a 4 milioni di Euro il valore dei beni sequestrati. La misura, precisano i finanzieri, è stata notificata solamente ad A. R. in quanto l'amministratore di diritto, "un quarantaduenne napoletano, mero prestanome, individuato dallo scaltro imprenditore per ostacolare la riconducibilità a suo carico delle distrazioni patrimoniali perpetrate, si è reso al momento irreperibile agli investigatori".

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scafati, sequestrati beni strumentali e merci per 750mila Euro

SalernoToday è in caricamento