rotate-mobile
Cronaca Capaccio

Maxi-sequestro a Capaccio: nei guai un'imprenditrice

Sigilli a tre appartamenti ed un garage: l'imprenditrice non ha dichiarato al fisco la vendita di un appezzamento di terreno edificabile per 300mila euro

Maxi-sequestro a Capaccio. Sigilli a tre appartamenti ed un garage, infatti, per un'imprenditrice del settore agricolo, accusata di non aver dichiarato al fisco la vendita di un appezzamento di un terreno edificabile a destinazione industriale, di oltre 4.000 metri quadrati, dal valore di oltre 300 mila euro.

L'hanno beccata, dunque, i finanzieri della compagnia di Agropoli: la donna è stata denunciata a piede libero per il reato di dichiarazione infedele ai fini delle imposte sui redditi e dell'Iva.  "L’esecuzione della misura cautelare reale scaturisce dalla conclusione nel mese di marzo 2013 di un mirato controllo fiscale nei confronti della ditta individuale per l’annualità 2011 - raccontano dalle fiamme gialle - proseguita con lo svolgimento di mirate indagini patrimoniali nei confronti della sua titolare".

La società di capitali scovata dai finanzieri, tra l'altro, era stata ammessa all’erogazione di un finanziamento di cui al “Programma Operativo FEP 2007-2013” dell’importo di 1,8 milioni di euro, a fronte di una spesa complessiva preventivata per circa 3 milioni di euro, per la costruzione di un opificio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maxi-sequestro a Capaccio: nei guai un'imprenditrice

SalernoToday è in caricamento