menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I finanzieri con il pescato sequestrato

I finanzieri con il pescato sequestrato

Maiori, pesca illegale: sequestrato un quintale di pescato, una denuncia

L'operazione è stata condotta dai finanzieri della sezione navale di Salerno. Il pescato, un quintale di pesce spada e tonno ancora "novelli", è stato analizzato e devoluto in beneficenza ad un istituto salernitano

Sequestrato un quintale di pescato tra pesce spada e tonno rosso ancora allo stato "novello": questo il bilancio di un sequestro effettuato nel porto di Maiori dagli uomini della sezione operativa navale della guardia di finanza di Salerno, coordinati dal reparto operativo aeronavale di Napoli. Il quantitativo di pesce era stato illegalmente pescato, si legge in una nota del comando provinciale della guardia di finanza, da parte di un pescatore diportista e non professionista.

Il sequestro è avvenuto nell'ambito di controlli mirati a contrastare i traffici illeciti via mare. Il danno alla fauna marina - osserva la guardia di finanza - è notevole se si considera che il pesce spada e il tonno adulto può raggiungere il peso di 2/3 quintali, mentre gli esemplari frutto della pesca indiscriminata (che punta agli esemplari giovani) pesano solamente qualche chilogrammo.

Il diportista è stato deferito all'autorità giudiziaria mentre il pescato è stato sequestrato ed analizzato dai laboratori dell'Asl Salerno. Appurato che poteva essere destinato al consumo umano, rendono noto le fiamme gialle, il pescato è stato devoluto in beneficenza ad un istituto caritatevole della città di Salerno.

 

 

 

 

 

 

 

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona "arancione", ecco cosa cambia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento