menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cittadella Giudiziaria, sequestrato scarico abusivo nel fiume Irno

E' stato danneggiato chimicamente e biologicamente il corso d’acqua fiume Irno, in quanto le acque scaricate contenevano agenti inquinanti

I carabinieri del Nucleo Operativo Ecologico di Salerno, agli ordini del Capitano Giuseppe Ambrosone, a Salerno, presso il cantiere della“Nuova Cittadella Giudiziaria”, hanno apposto i sigilli di sequestro ad una condotta di scarico abusivo nel fiume Irno delle acque reflue fognarie ed industriali provenienti dalla vasca di accumulo del nuovo palazzo di giustizia. E' stato eseguito, quindi, il sequestro preventivo per il decreto del GIP del Tribunale di Salerno. La Procura della Repubblica ha anche emesso informazione di garanzia a carico di quattro persone: il legale rappresentante della ditta esecutrice dei lavori quale mandataria del consorzio appaltante, il direttore operativo in fase di sicurezza dei lavori, l’ispettore di cantiere dell’ufficio direzione lavori ed il tecnico d’impresa della stessa ditta esecutrice, per le violazioni emerse.

In particolare, a seguito dei controlli dei Carabinieri del Noe, insieme ai tecnici del dipartimento Arpac di Salerno che hanno effettuato i campionamenti e le analisi, si è proceduto al sequestro preventivo della condotta di scarico che sversa direttamente nel Fiume Irno, senza autorizzazione e senza alcun trattamento delle acque. Tale scarico raccoglie anche le acque nere fognarie dello stesso cantiere nonché quelle del piazzale dell’opera in corso di realizzazione, senza alcuna precauzione per evitare la contaminazione delle acque bianche, sia con le acque nere sia con il materiale e le sostanze di cantiere. In tal modo, è stato danneggiato chimicamente e biologicamente il corso d’acqua fiume Irno, in quanto le acque scaricate contenevano agenti inquinanti superiori per l’Escherichia Coli.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona "arancione", ecco cosa cambia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento