Noe in azione: sequestri a denunce a Battipaglia e a Vibonati

I rifiuti, stoccati all’interno di un’area di circa 1.500 mq, sita in località macchie del vecchio, erano infatti privi delle necessarie coperture e completamente esposti agli agenti atmosferici

Noe in azione, nel salernitano. Due importanti operazioni sono state concluse, a seguito di mirati accertamenti da parte dei militari. Per iniziare, a Vibonati, a seguito delle indagini presso il locale centro di raccolta comunale di rifiuti solidi urbani, i Carabinieri del Noe di Salerno hanno denunciato  una persona in qualità di affidatario del sito.  A seguito di numerose segnalazioni giunte da parte di cittadini dell’area interessata, i militari hanno scoperto la gestione illecita di circa 2.000 tonnellate di rifiuti urbani costituiti prevalentemente da RAEE, ingombranti, plastica, umido, vetro e imballaggi metallici prodotti nel territorio del comune cilentano.   

La scoperta

I rifiuti, stoccati all’interno di un’area di circa 1.500 mq, sita in località macchie del vecchio, erano infatti privi delle necessarie coperture e completamente esposti agli agenti atmosferici, cosicché i reflui non trattati da idonei sistemi di depurazione e contaminati dalle sostanze inquinanti, si riversavano direttamente nel sottostante vallone: l’intera area è stata posta sotto sequestro. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il sequestro a Battipaglia

A Battipaglia, poi, i Carabinieri del Noe di Salerno sono intervenuti  presso la locale area industriale dove erano in atto lavori di ampliamento di un noto stabilimento industriale.  Le ispezioni condotte, hanno consentito di osservare uno stoccaggio non autorizzato di circa 3.000 tonnellate di rifiuti speciali non pericolosi, essenzialmente costituiti da scorie di cemento e terra e rocce da scavo.  Al termine degli accertamenti, l’area dove erano stoccati i rifiuti è stata posta sotto sequestro ed il titolare dell’impresa edile è stato denunciato per “gestione di rifiuti non autorizzata”. Il monitoraggio continua.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lockdown? Arcuri lo boccia, la Campania rinuncia e procede con la didattica a distanza. Chiesti bonus e congedi parentali

  • Covid-19: torna l'autocertificazione in Campania, all'orizzonte un nuovo decreto di Conte

  • Campania: dietrofront sulla scuola, non riaprono neppure le elementari

  • Nuovo Dpcm 25 ottobre 2020: stop anticipato a ristoranti-bar, si fermano palestre e cinema

  • Fisciano, carabiniere si uccide con un colpo di pistola

  • Covid-19 a Battipaglia, 112 casi e 1 decesso. La sindaca Francese: "Ci sono i primi sintomatici, coinvolgere i medici di base"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento