rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Cronaca Maiori

Sequestrati due quintali di tonno rosso novello in Costiera: l'operazione

Gli esemplari recuperati non superano i cinquanta centimetri di lunghezza contro i settanta centimetri previsti dalla legge

Sequestrati ben due quintali di tonno rosso novello in Costiera. Continua ininterrottamente, infatti, l’azione di contrasto alla pesca di frodo dei militari della Sezione Operativa Navale della Guardia di Finanza di Salerno che, con la collaborazione della Capitaneria di Porto di Amalfi, hanno messo a segno la nuova operazione.

I sequestri sono stati eseguiti, nel pomeriggio di ieri lungo il litorale del Comune di Minori, dove alcuni pescatori di frodo avevano abilmente occultato nelle immediate vicinanze della scogliera, all’interno di sacchi semi-sommersi, numerosi esemplari di tonno rosso novello.

Come è noto, la pesca di frodo danneggia fortemente l’ecosistema marino, in quanto interrompe la possibilità di crescita completa degli esemplari di tonno rosso che, è bene ricordare, costituisce una specie protetta da specifiche normative nazionali e comunitarie. Tre, le denunce: gli esemplari recuperati non superano i cinquanta centimetri di lunghezza contro i settanta centimetri previsti dalla legge. Il pescato sequestrato, dopo essere stato sottoposto a visita da parte dei veterinari dell'Asl - Distretto Costa D’Amalfi di Maiori, è stato, dunque, devoluto in beneficenza.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sequestrati due quintali di tonno rosso novello in Costiera: l'operazione

SalernoToday è in caricamento