Porto di Salerno, maxi sequestro della Guardia di Finanza: due denunciati

Durante il blitz sono stati ritrovati avorio, pellame, reperti archeologici, manufatti occultati all'interno di casse di legno

Sequestro della Guardia di Finanza

Maxi sequestro della Guardia di Finanza all'interno del porto di Salerno. Durante il blitz, le Fiamme Gialle hanno sequestrato manufatti, pellame, avorio, corallo e reperti archeologici nascosti all'interno di casse di legno. L'operazione è stata coordinata dalla Procura della Repubblica di Salerno. Due persone sono state denunciate.

I dettagli

Il carico viaggiava occultato all'interno di un container giunto dall’Eritrea. In dogana era stato dichiarato come contenente effetti personali dai 2 cittadini italiani (poi denunciati a piede libero) che erano rientrati dall'Africa. Tra i reperti archeologici sequestrati, ce n'è uno di particolare pregio. Si tratta di un’anfora di tradizione fenicio-punica, che risale al periodo compreso tra il V ed il III sec. A.C. E' probabile che l'anfora sia stata recuperata al termine di operazioni subacquee. Gli uomini della Guardia di Finanza sono intervenuti in collaborazione con la Dogana e con i Carabinieri Forestali di Salerno.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Striscia la Notizia a Salerno: pazienti oncologici rinunciano agli esami per il blocco delle convenzioni

  • Festa dell'Immacolata: non c'è il pienone in Campania, l'allarme dell'Abbac

  • La banda dell'Audi: è caccia ai ladri che svaligiano case di Salerno e provincia

  • Si schianta con l'auto contro un albero: morta la 24enne di Auletta

  • Piazza della Libertà, i lavori saranno completati dalla "Rcm" di Rainone

  • “Si è spento serenamente”, ma l'uomo è vivo: Sarno tappezzata di "falsi" manifesti

Torna su
SalernoToday è in caricamento