Venerdì, 19 Luglio 2024
Cronaca

Blitz della Capitaneria di Porto nelle pescherie: sequestrate orate, triglie e seppie

Necessario, che i prodotti siano muniti di tutte le informazioni relative alla zona e al metodo di cattura ed eventualmente anche se si tratta di merce fresca o congelata

Intensi controlli, da parte dei militari della Capitaneria di porto di Salerno per assicurare la corretta commercializzazione dei prodotti ittici, con particolare attenzione a quelli sottomisura ed alla tutela della salute pubblica dei consumatori. Passando al setaccio, pescherie, punti vendita dei centri commerciali ed ambulanti, l'operazione si è conclusa con 3.000 euro di sanzioni amministrative con relativo sequestro di circa 100 kg di prodotto ittico, tra orate, triglie e seppie,in vendita senza le informazioni sulla provenienza.

Necessario, infatti, che i prodotti siano muniti di tutte le informazioni relative alla zona e al metodo di cattura ed eventualmente se si tratta di merce  fresca o congelata, per evitare un'eventuale frode. Sequestrata, intanto, rete da pesca per 4000 metri posta all’imbocco del porto di Cetara, alla foce del fiume Picentino e in località Fuenti di Vietri sul Mare. Sanzione amministrativa di 100 euro, infine, per il comandante di un peschereccio che navigava sprovvisto di ogni documento di navigazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Blitz della Capitaneria di Porto nelle pescherie: sequestrate orate, triglie e seppie
SalernoToday è in caricamento