Cronaca Positano

Maxi-sequestro a Positano: costruiva un albergo senza alcuna autorizzazione

Sigilli ad opere immobiliari su tre livelli per oltre mille metri quadrati, a Positano: questo l’atto conclusivo di una complessa attività di indagini delegata dalla Procura della Repubblica di Salerno

Sigilli ad opere immobiliari su tre livelli per oltre mille metri quadrati, a Positano. Questo l’atto conclusivo di una complessa attività di indagini delegata dalla Procura della Repubblica di Salerno, che nei giorni scorsi aveva già portato al sequestro di parte di una struttura immobiliare in uso ad una nota sartoria, in località “Laurito”.

A seguito di quell’attività, le indagini dei finanzieri di mare sono proseguite anche con la proficua collaborazione del personale dell’Ufficio Tecnico del Comune di Positano: è emerso che il responsabile aveva in corso ingenti lavori edili, totalmente privi delle necessarie autorizzazioni, che avrebbero portato alla realizzazione di una imponente struttura, probabilmente destinata a diventare un albergo.

Gli abusi riguardavano opere per oltre mille metri quadri, distribuite su tre diversi piani: camere con servizi annessi, corridoi, terrazzi, il tutto ricadente in zona di elevatissimo pregio ambientale e paesaggistico. Diversi, i manufatti che all’atto del controllo sono risultati opportunamente occultati con i classici teloni neri che si usano per la copertura dei limoneti.

Denunciato, dunque, il legale rappresentante dell’attività commerciale, originario di Amalfi, per danneggiamento e deturpamento di bellezze naturali, oltre alle violazioni in materia urbanistica e paesaggistica.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maxi-sequestro a Positano: costruiva un albergo senza alcuna autorizzazione

SalernoToday è in caricamento