Sapri, pesca illegale: sequestrata rete di 7mila metri

La rete era stata abbandonata da alcuni pescatori di frodo al largo delle coste di Sapri: è stata rinvenuta dalla guardia costiera

La rete da pesca sequestrata (foto guardia costiera)

Bracconieri del mare in azione nelle acque del Cilento e del golfo di Policastro: è di una rete da pesca di sette chilometri di lunghezza il bilancio di un sequestro operato, nelle acque antistanti il comune di Sapri, dagli uomini della guardia costiera della capitaneria di porto di Salerno. Nel corso di controlli sull'intera filiera ittica, disposti dalla direzione marittima di Napoli, i militari a bordo della motovedetta CP556, di concerto con un gommone, hanno individuato la rete a circa otto miglia dalla costa saprese.

L'attrezzo era stato lasciato a bella posta da pescatori di frodo allo scopo di ricavare quanto più pescato possibile: si trattava però di una rete vietata dalle vigenti normative nazionali e comunitarie in materia di pesca, in quanto decisamente dannoso per le risorse ittiche e l'intero ecosistema marino. I pescatori di frodo, probabilmente perché accortisi dell'arrivo della guardia costiera, si sono dileguati lasciando la rete in acqua: il difficile recupero è stato quindi effettuato dai militari, che hanno inoltre sequestrato l'illecito attrezzo da pesca. La guardia costiera prosegue nelle indagini allo scopo di individuare i bracconieri del mare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si schianta con l'auto in litoranea a Pontecagnano: muore 47enne

  • Striscia la Notizia a Salerno: pazienti oncologici rinunciano agli esami per il blocco delle convenzioni

  • Festa dell'Immacolata: non c'è il pienone in Campania, l'allarme dell'Abbac

  • Piazza della Libertà, i lavori saranno completati dalla "Rcm" di Rainone

  • “Si è spento serenamente”, ma l'uomo è vivo: Sarno tappezzata di "falsi" manifesti

  • Slitta, pista e renne al San Marzano Christmas Village: attrazioni per i bambini

Torna su
SalernoToday è in caricamento