menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scafati: sigilli per un'industria di pelati che trattava rifiuti senza autorizzazione

Nel piazzale aziendale, i militari hanno scovato una pressa idraulica utilizzata per lo schiacciamento e la compattazione delle confezioni di tetra brick di passata di pomodoro non più commercializzabile

Blitz dei carabinieri del Nucleo Operativo Ecologico di Salerno, agli ordini del Capitano Giuseppe Ambrosone, insieme ai militari della Tenenza locale, in una nota industria agroalimentare di trasformazione, conservazione e produzione di conserve alimentari vegetali, attiva per la produzione di passata, pomodoro pelato e concentrato di pomodoro, a Scafati.

Sequestro, dunque, di una pressa idraulica ed undici contenitori in plastica, muniti di sacchi in polietilene e colmi di rifiuti speciali non pericolosi, come passata di pomodoro liquida. Nel piazzale aziendale, infatti, i militari hanno scovato tale pressa utilizzata per lo schiacciamento e la compattazione delle confezioni di tetra brick di passata di pomodoro non più commercializzabile.

La passata di pomodoro, così raccolta, di consistenza liquida, veniva immessa direttamente, versandola sulla pavimentazione, nei pressi della stessa pressa ed attraverso le griglie di raccolta, nella linea di canalizzazione interrata che giungeva all’impianto di depurazione aziendale per il successivo trattamento. L'azienda non era autorizzata per la gestione dei rifiuti: il legale rappresentante dell’attività industriale è stato pertanto denunciato, mentre la pressa idraulica ed i contenitori sono stati sequestrati.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento