Serre, taglio del nastro per l'ambulatorio veterinario pubblico dell'Asl Salerno

La Federico II di Napoli ha scelto Serre e l’Asl Salerno per l’esercitazione che si concentrerà dal 9 al 12 settembre sulla sicurezza alimentare, la gestione delle infezioni ed epidemie e le dinamiche comportamentali degli operatori del soccorso

Taglio del nastro, domani, per l’Ambulatorio Veterinario Pubblico Asl Salerno di Serre, voluto dal Polo Integrato della Regione Campania e dai suoi centri di riferimento veterinari.  Il Goverrno Vincenzo De Luca, infatti, inaugurerà  l’Ambulatorio e, sempre domani, partirà l’esercitazione di Disaster Management in un’area di accoglienza (tendopoli) nell’ambito della sanità pubblica organizzata dal Dipartimento di Sanità Pubblica dell’Università degli Studi di Napoli Federico II (Dottoressa Maria Triassi), in collaborazione con il Dipartimento di Medicina Veterinaria e Produzioni animali, il Centro di riferimento CeRVEnE e l’Associazione Nazionale Disaster Management (ASSODIMA). La Federico II di Napoli ha scelto infatti Serre e l’Asl Salerno per l’esercitazione che, rivolta a professionisti di tutta Italia, si concentrerà dal 9 al 12 settembre sulla sicurezza alimentare, la gestione delle infezioni ed epidemie e le dinamiche comportamentali degli operatori del soccorso in un’area di accoglienza per situazioni emergenziali. 

 

L'appuntamento

Alle ore 10, in località Falzia, parteciperanno: Vincenzo De Luca Presidente della Regione Campania, Francesco Russo Prefetto di Salerno, Franco Mennella Sindaco di Serre, Mario Iervolino Direttore generale Asl Salerno, Antonio Limone Direttore Generale IZSM, Paolo Sarnelli Direttore UOD Prevenzione e Sanità pubblica veterinaria Regione Campania, Gaetano Oliva Direttore del Dipartimento di Medicina Veterinaria Federico II, Domenico Della Porta Direttore del Dipartimento di Prevenzione Asl Salerno, Orlando Paciello Presidente Ordine Medici Veterinari Provincia di Salerno. Parteciperanno, infine, i direttori dei centri di riferimenti del Polo Integrato: Vincenzo Caputo del CRIUV; Raffaele Bove del CERVENE, Alfredo Improta del CRISSAP, Giuseppe Pezone del CRIPAT Napoli, Vincenzo D’Amato del CRIPAT Avellino. Luigi Morena del CRESAN.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Esercitazione

L'esercitazione pratica, infine, prevede attività su come allestire un’area di accoglienza, come gestire le cucine da campo, gli organismi nocivi nelle aree di accoglienza e come smaltire i cadaveri di animali in corso di emergenza. Sempre nella seconda parte dell’esercitazione, si dedicherà ampio spazio anche all’inquinamento delle acque e dei prodotti alimentari, alla gestione dei focolai da malattie infettive.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, nuova ordinanza della Regione Campania: confermate le restrizioni

  • Campania: dietrofront sulla scuola, non riaprono neppure le elementari

  • Covid-19: torna l'autocertificazione in Campania, all'orizzonte un nuovo decreto di Conte

  • Superenalotto, la Dea bendata bacia Salerno: vinti 25mila euro

  • Covid-19: il coprifuoco inizia venerdì, De Luca denuncia la mancanza di personale sanitario

  • Ordinanza anti-Covid di De Luca, i commercianti bloccano via Roma: "Il sindaco scenda dal Comune"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento