menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Smaltiva illegalmente i liquami: sequestrata un'azienda zootecnica

I carabinieri hanno scoperto che tutte le strutture e i manufatti che costituivano l'intero centro aziendale, per circa 700/800 metri quadri, erano state realizzate in assenza del necessario permesso a costruire

Cinque titolari di aziende zootecniche presenti tra i comuni di Altavilla Silentina e Serre sono stati denunciati negli ultimi giorni dai carabinieri all’autorità giudiziaria. L'ultimo è finito dei guai solo qualche ora fa. Grazie ad una serie di controlli svolti nel territorio di Serre, svolti insieme al personale del Nucleo Guardie Giurate del Wwf Salerno, i militari dell’Arma hanno accertato che un’azienda zootecnica dedita all’allevamento di circa 60 capi bufalini per la produzione e commercializzazione di latte crudo, esercitava la propria attività violando la normativa vigente in materia ambientale.

I carabinieri, infatti, hanno accertato che l’impresa smaltiva illecitamente il letame realizzando un vero e proprio deposito incontrollato di rifiuti speciali non pericolosi, poiché abbandonato sul suolo ma, contemporaneamente, nonostante fosse in possesso delle previste autorizzazioni Asl, è risultata priva di vasche di stoccaggio, di platea per la maturazione del letame e di vasche a tenuta per raccogliere le acque ed i fanghi di lavaggio della sala mungitura che grazie alla fluoresceina, si è verificato che venivano illecitamente smaltiti nei vicini terreni.

Inoltre gli uomini dell’Arma hanno scoperto che tutte le strutture e i manufatti che costituivano l’intero centro aziendale, per circa 700/800 metri quadri, erano state realizzate in assenza del necessario permesso a costruire. E che gli animali venivano allevati in precarie condizioni. In particolare i bufali di pochi mesi erano costretti a vivere in gabbioni di piccole dimensioni. Per questo motivo il titolare dell’azienda ed il figlio sono stati denunciati anche per il reato di maltrattamento animale. Al termine dell’operazione i militari ed il personale Wwf hanno sottoposto sequestro giudiziario l’intera azienda e tutte le strutture presenti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Salerno: San Matteo ed il miracolo dei leoni del Duomo

Attualità

Vaccinazioni in Campania, al via le adesioni degli “over 60”

Attualità

Covid-19: la Campania verso la conferma in zona rossa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento