menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sesso virtuale con una minore, assolto 50enne ebolitano

Il gup Pellegrino, dopo aver esaminato le relazioni dei consulenti, ha stabilito che la giovane era capace di autodeterminarsi e di prestare il consenso a quelle pratiche sessuali

Assolto perché il fatto non sussiste. Finisce così l'incubo per un 50enne ebolitano accusa di violenza sessuale, consumata in rete, ai danni di una ragazzina di 16 anni di Campagna affetta da problemi psichici. L’uomo, per ben due volte, era stato colpito da una misura cautelare in carcere, entrambe annullate dal tribunale del Riesame di Salerno. Il gup Pellegrino, infatti, dopo aver esaminato le relazioni dei consulenti, ha stabilito che la giovane era capace di autodeterminarsi e di prestare il consenso a quelle pratiche sessuali. E, dunque, non vi è stata alcuna violenza sessuale tra i due ma solo una scambio via internet.

Il fatto

Secondo il capo d’imputazione l’uomo, nel 2018, iniziò a sentirsi spesso con la 16enne scambiandosi vari messaggi, qualche foto o video spinti.  A far partire l’inchiesta la denuncia alle forze dell’ordine presentata dai genitori dell’adolescente che, insospettitisi del suo comportamento, hanno iniziato ad indagare scoprendo ciò che stava avvenendo tra lei e il 50enne. Di qui le due ordinanze di custodia cautelare che, però, sono state annullate dal Riesame. Successivamente, la difesa chiede che il proprio assistito venga sottoposto ad incidente probatorio. E, a questo punto, viene accertato che la 16enne, nonostante i suoi problemi, era capace di decidere se avere oppure no i rapporti di sesso virtuale. Nei prossimi mesi saranno pubblicate le motivazioni della sentenza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento