Mercoledì, 17 Luglio 2024
Cronaca

Siccità in Campania, la Regione chiede lo stato di calamità al Ministro

I dati pluviometrici registrati dalle diverse stazioni presenti in Campania evidenziano infatti che, dal dicembre scorso, i millimetri di pioggia caduti, in particolare nelle aree pianeggianti della regione, sono prossimi allo zero

La Regione Campania ha chiesto al Ministro per le Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, il riconoscimento dello stato di calamità per la siccità. La Giunta di Palazzo Santa Lucia, su proposta del presidente Vincenzo De Luca, ha puntato i riflettori, infatti, sulla siccità che sta colpendo il territorio regionale nel periodo tra il dicembre 2016 e giugno 2017. I dati pluviometrici registrati dalle diverse stazioni presenti in Campania evidenziano infatti che, dal dicembre scorso, i millimetri di pioggia caduti, in particolare nelle aree pianeggianti della regione, sono prossimi allo zero. Tale criticità perdura tutt’oggi: non aiutano le elevate temperature che si stanno registrando nelle ultime settimane.

“L’eccezionale protrarsi della siccità – dichiara Franco Alfieri, consigliere del Presidente De Luca all’Agricoltura, Foreste, Caccia e Pesca – sta provocando notevoli danni alla produzione agricola regionale, che hanno superato notevolmente la soglia del 30%, limite previsto dalla normativa vigente per dare corso alla richiesta di declaratoria dello stato di calamità. Gli uffici dell’Assessorato sono al lavoro per qualificare e quantificare i danni subiti dalle imprese agricole e per delimitare il territorio interessato da questa grave emergenza”. Già si è mobilitato, intanto, il Consorzio Bonifica di Paestum che ha chiesto ufficialmente il riconoscimento dello stato di calamità naturale, attraverso una missiva inviata al Prefetto di Salerno, Salvatore Malfi , a firma del commissario straordinario dell’ente consortile, Biagio Franza. Non è bastato che il Consorzio, per far fronte alla situazione, abbia ottimizzato turni, servizi e manutenzioni: il prolungarsi del periodo arido imporrà un’ulteriore razionalizzazione della risorsa e la massima collaborazione dei consorziati nell’uso parsimonioso dell’acqua. Siamo in piena emergenza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Siccità in Campania, la Regione chiede lo stato di calamità al Ministro
SalernoToday è in caricamento