Morte di Simon Gautier: perizia sul cellulare, ecco i primi dati

Simon ha utilizzato il telefono cellulare alle ore 9.15 del 9 agosto e ha contatto il numero d'emergenza 112 e chiedere aiuto. Alle 9.25, in entrata, risulta una telefonata da parte del 112. In entrata anche una telefonata tramite whatsapp, senza risposta

La Polizia Postale di Napoli, su disposizione della Procura di Vallo della Lucania alla quale è affidato il fascicolo d'inchiesta, ha aperto il telefonino del turista francese Simon Gautier per capire cosa sia accaduto nei minuti che hanno preceduto il suo decesso nel Golfo di Policastro.

I primi dati

Simon ha utilizzato il telefono cellulare alle ore 9.15 del 9 agosto e ha contatto il numero d'emergenza 112 e chiedere aiuto. Alle 9.25, in entrata, risulta una telefonata da parte del 112. In entrata anche una telefonata via Whatsapp. E' stata effettuata alle ore 9.50 ma non c'è stata risposta.

Il legale della famiglia

"Sono stati estrapolati i dati contenuti nel telefonino di Simon provvedendo a farne una copia forense che sarà trasmessa alla procura della Repubblica di Vallo della Lucania - ha detto il legale della famiglia Gautier, Maurizio Sica - gli orari delle telefonate ricevute dovranno essere confermati dai rilievi effettuati sul luogo della tragedia, confrontando la posizione del corpo e quella del telefono cellulare. Dovrebbe essere confermata la perizia: Simon è morto 45 minuti dopoola sua richiesta di aiuto al 112".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Striscia la Notizia a Salerno: pazienti oncologici rinunciano agli esami per il blocco delle convenzioni

  • Festa dell'Immacolata: non c'è il pienone in Campania, l'allarme dell'Abbac

  • Si schianta con l'auto contro un albero: morta la 24enne di Auletta

  • La banda dell'Audi: è caccia ai ladri che svaligiano case di Salerno e provincia

  • Piazza della Libertà, i lavori saranno completati dalla "Rcm" di Rainone

  • “Si è spento serenamente”, ma l'uomo è vivo: Sarno tappezzata di "falsi" manifesti

Torna su
SalernoToday è in caricamento