menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un momento della Biennale

Un momento della Biennale

Seconda Biennale d'Arte, il sindaco De Luca "attacca" il Colosseo

"L'Italia è un Paese condannato a contemplare il Colosseo: quando l'hai visto una, due o tre volte, non se ne può più: ti fa due p... così". Lo ha detto De Luca a Palazzo di Città, in occasione della presentazione della seconda Biennale d'arte

"L'Italia è un Paese condannato a contemplare il Colosseo: quando l'hai visto una, due o tre volte, non se ne può più: ti fa due p... così". Lo ha detto il sindaco Vincenzo De Luca, questa mattina, a Palazzo di Città, in occasione della presentazione della seconda Biennale d'arte. Riflettori puntati su architettura ed arte. "Stiamo cercando di creare una città creativa - ha aggiunto - vorrei che Salerno diventasse come Salisburgo o Copenaghen, in cui puoi trovare un inceneritore con le piste da sci sopra e i vapori d'arte che escono e grazie a un gioco di led proiettano fumi d'artista in cielo", ha rivelato il primo cittadino.

"La nuova edizione della Biennale d'Arte Contemporanea, che avrà il diritto all'infanzia come tema portante. - ha annunciato il sindaco -  La prima edizione è stata straordinaria per la qualità delle opere, per le oltre 13mila presenze e per la partecipazione attiva delle scuole: per questo motivo abbiamo deciso di rendere questo evento permanente. Iniziative come la Biennale hanno un doppio valore: far crescere la sensibilità e la cultura della nostra città e rendere pensabile una possibilità di vita e di lavoro nel campo della produzione artistica. Credo che questa sia una grande prospettiva che possiamo aprire per i nostri ragazzi ed una importante carta per il futuro della nostra comunità", ha poi concluso.

All'incontro hanno preso parte Cecilia Sica, Storica dell’Arte e componente della Direzione artistica di Editalia - Gruppo Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, Angelo Calabrese, Storico e critico letterario e dell'arte, Olga Marciano e Giuseppe Gorga, ideatori e curatori della Biennale. Nell'occasione è stata presentata l’opera “La Fata guardiana” di Giosetta Fioroni, madrina della seconda edizione della Biennale, a cura di Editalia – Gruppo Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona "arancione", ecco cosa cambia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Punta Campanella: avvistato un esemplare di balena grigia

  • social

    Laureana Cilento, consiglieri donano fiori alle piazze del paese

  • social

    Lotto tecnico, continuano le vincite: ecco i nuovi numeri

Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento