menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

De Luca sulla Centrale del Latte: "Settecento mila euro di straordinari in un solo anno"

Dopo aver alzato il pollice per i provvedimenti presentati ieri da Renzi, il sindaco di Salerno intervistato su Radio Alfa, si è letteralmente scatenato

Dopo aver alzato il pollice per i provvedimenti presentati ieri da Renzi, elogiando in particolare gli 80 euro per chi guadagna meno di 1.500 euro, il sindaco di Salerno intervistato su Radio Alfa, si è letteralmente scatenato. Per iniziare, in merito alla perdita dei 123 milioni di euro per l’ammodernamento del Raccordo Salerno-Avellino, il Primo cittadino ha parlato di “delitto”, puntando il dito contro la Regione Campania che non sarebbe riuscita a predisporre un accordo di programma entro la fine del mese di dicembre con il Ministero delle Infrastrutture e Trasporti. Ritirando in ballo la “truffa mediatica” da parte della Regione, De Luca annuncia una “sfida” sui temi della spesa dei fondi europei che partirà da un documento che presenterà sabato, nel corso di un incontro con i sindaci dei piccoli e medi Comuni.

Poi, riflettori puntati sulla Centrale del Latte:  il 21 marzo si terrà l’assemblea da cui verrà fuori la nuova governance della Centrale. “Di sicuro, saranno concellati tutti gli abbuffamenti del passato. Ci sono alcuni personaggi che hanno ottenuto migliaia di euro di straordinari (il Comune ne ha conteggiati circa 700mila euro in un solo anno) ma anche degli extra in busta paga poco giustificabili, come indennità per il periodo natalizio di circa 260 euro", sottolinea il sindaco. Tre, adesso, le opzioni: o rilanciare un nuovo bando per la vendita, oppure mettere in campo un piano industriale rigoroso o, infine, chiedere l’intervento del Ministero delle Politiche Agricole. Sul destino della Centrale, dunque, ancora nebbia fitta.

Questa mattina, intanto, a Palazzo  di Città, il sindaco ha incontrato il direttore generale della Bcc Aquara, Antonio Marino, in merito alla proposta relativa alle modalità di cessione della Centrale del Latte di Salerno. Il sindaco ha espresso gradimento per l’articolato documento presentato e l’interesse della Bcc Aquara a favore della filiera agroalimentare presente sul territorio salernitano. Il direttore generale Antonio Marino ha confermato la disponibilità della Bcc Aquara in qualsiasi iniziativa utile a tutelare la qualità della produzione e del marchio Centrale del Latte di Salerno.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Razzo cinese, tra le traiettorie anche la Campania: "Restate a casa"

Salute

Moderna e Pfizer: ecco cosa cambia da lunedì

social

Dopo il "Zitt!" arriva la festa anche per Raffaele il Vikingo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento