Dai contagi, ai ritardi dell'Asl fino all'attivazione dell'Usca: il sindaco di Salerno risponde alla stampa, confermata la chiusura del lungomare

Attiva da domani, intanto, l'Usca di Salerno. Il primo cittadino ha anche risposto alla domanda circa la sua possibile candidatura

Ha incontrato virtualmente i giornalisti salernitani, il sindaco di Salerno, Vincenzo Napoli, per fornire il punto della situazione sui contagi in città e non solo. Dopo aver comunicato i dati dei casi di Covid a Salerno (374 gli attualmente positivi, di cui 139 nuovi solo a novembre ndr), il primo cittadino  ha sottolineato come la situazione abbia registrato una impennata rilevante: "Al di là delle iniziative di contenimento, mi affido ancora una volta al buon senso dei miei concittadini, ricordando che il nemico da combattere, insieme, non sono le scelte, ma resta il Covid".

grafico

Il grafico è aggiornato al 9-11-2020

Caso Lungomare

Circa la chiusura del lungomare dello scorso week-end che ha fatto registrare calca sul Corso, come nei parchi cittadini, Napoli ha detto: "Chiudere il lungomare è stata una verifica sperimentale, un'azione simbolica, ma preciso che il Corso sul quale mi sono recato insieme alla Polizia Municipale e all'Esercito, era affollato come ogni sabato sera - ha evidenziato - Il che non va bene perchè siamo in emergenza e in questo momento è necessario restare a casa e rinunciare alla passeggiata". Poi l'annuncio: "Chiuderemo nuovamente il lungomare nel week-end e valuteremo insieme al Prefetto altri possibili provvedimenti in tal senso". In merito alle segnalazioni sull'inefficienza di alcuni servizi attivati dall'Asl di Salerno, da parte di innumerevoli cittadini positivi che si sentono abbandonati sul fronte dell'orientamento, del tracciamento dei contatti, nonchè per le procedure di effettuazione ed elaborazione dei tamponi, il sindaco ha assicurato che avvierà delle verifiche, pur sottolineando il carico di lavoro eccessivo dell'Asl che, a suo avviso, potrebbe spiegare, dunque, i ritardi denunciati.

Usca

Aprirà domani, inoltre, l'Usca  a Salerno, a seguito della firma dell'atto di stamattina, da parte del sindaco. E, circa le lacune nell'assistenza domiciliare, Napoli le ha legate alla scelta del Governo nazionale di puntare tutto sugli ospedali e non sull'assistenza a casa.

Politica

Alla domanda su una sua possibile nuova candidatura a sindaco, Napoli, infine, ha risposto: "Faccio fatica a discutere di queste cose in questo particolare argomento, ma risponderò sintetizzando che io mi sento parte di una classe dirigente che punta su un’intelligenza collettiva. Io a sono a servizio della collettività e quindi mi attengo a quello che saranno i suoi orientamenti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La strage del Covid-19: muore nella notte 33enne incinta, Nocera piange Veronica

  • Ospedale di Scafati, parla un paziente Covid: "Miracoli fatti in Campania? Qui mancano i caschi"

  • Lutto a Buonabitacolo: muore a 35 anni l'Appuntato Scelto Luca Ferraiuolo

  • Decreto del 4 dicembre: che cosa succederà a Natale, le indiscrezioni

  • In arrivo nubifragi in Campania: le previsioni meteo per Salerno e provincia

  • Sangue in strada: accoltellamento a Pastena, fermato un uomo

Torna su
SalernoToday è in caricamento