rotate-mobile
Cronaca

Sindrome di down per un neonato su ottocento: i dati dell'Ordine dei Medici

A rivelarlo è il presidente dell'Ordine dei Medici di Salerno Bruno Ravera che ha organizzato un convegno sull'argomento che si svolgerà martedì prossimo

“In media 1 neonato ogni 800 bambini nati presenta la sindrome di down: si calcola che in Italia vi siano pertanto circa 48.000 persone down: 11.000 nella fascia di età 0-14 anni, 32.000 fra i 15 ed i 44 anni, 5000 oltre i 44 anni”. Lo rivela il presidente dell’Ordine dei Medici di Salerno Bruno Ravera, che ha organizzato un convegno La sindrome di Down - aspetti assistenziali, sociali e organizzativi che si terrà martedì 29 aprile (ore 9 - 18), nella Sala Conferenze dell'Ordine in via SS. Martiri Salernitani, 31.

Interverranno, tra gli altri, Lucio Romano, senatore delle Commissioni Igiene e Sanità Promozione Diritti Umani; Vincenzo Viggiani, direttore generale A.O.U. San Giovanni di Dio e Ruggi d'Aragona; Vinicio Lombardi, presidente sezione campana associazione «Medicina e Persona»; Umberto Esposito, primario odontoiatria ospedale Cardarelli di Napoli; il vice presidente nazionale dell'associazione Medici Cattolici Italiani Giuseppe Battimelli e il presidente del tribunale per i Minorenni di Salerno, Pasquale Andria. A partire dalle ore 15.30, si susseguiranno alcune testimonianze delle associazioni di volontariato e di assistenza (Special Olimpic Salerno, Scisar Istituto di Musicoterapia Salerno e Napoli, Nuovo Elaion Eboli, Accademia Antonio Pirpan «Pasticcieri si Nasce», Associazione Pianeta 21 Salerno, Fondazione Salernum Anffas Onlus, Associazione Sindrome di Down Regione Campania).

La giornata si concluderà (ore 16.50), sempre all'Ordine dei Medici di Salerno, con la presentazione della mostra, Che cos'è l'uomo perchè te ne ricordi? Genetica e natura umana nello sguardo di Jèrme Lejeune, che verrà allestita, dal 29 aprile al 10 maggio (ore 10-13; 16.30-19.30) nel Tempio di Pomona. interverranno: Monsignor Luigi Moretti, arcivescovo di Salerno-Campagna-Acerno; Sabato Cioffi, medico di Medicina Generale; Aude Dugast, esperta in bioetica: postulante causa beatificazione di Lejeune e Carlo Soave, docente di genetica all'università degli studi di Milano - curatore della mostra.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sindrome di down per un neonato su ottocento: i dati dell'Ordine dei Medici

SalernoToday è in caricamento