rotate-mobile
Martedì, 21 Maggio 2024
Cronaca

Nuovo sistema di emergenza-urgenza, la Croce Bianca: "Stop alle code di ambulanze al Pronto Soccorso, ottimi risultati a Salerno"

Il sistema emergenza-urgenza della Campania, dal 1° giugno, come è noto, si è adeguato a quello già in vigore in altre regioni italiane: "L'obiettivo del servizio in questione è quello di salvare la vita alle persone - sottolineano dalla Croce Bianca- Precedentemente, di innumerevoli interventi con il medico a bordo nelle ambulanze, solo una minima parte riguardava davvero pazienti in codice rosso. Il numero già insufficiente dei medici a disposizione, quindi, veniva impegnato in modo inadeguato"

Il nuovo sistema emergenza-urgenza del 118 sta portando ottimi frutti secondo la Croce Bianca di Salerno. A seguito delle diverse segnalazioni giunte alla nostra redazione da parte dell'utenza (circa le difficoltà riscontrate negli ultimi giorni, per via della mancata presenza "fissa" del medico o dell'infermiere sui mezzi di soccorso), Lucia Mazziotti, direttore tecnico della Croce Bianca, chiarisce la situazione. "Da 3 giorni, presso il pronto soccorso del Ruggi di Salerno, non sono state registrate code di ambulanze, il servizio sta funzionando in maniera ottimale e l'auto medica è uscita con la frequenza di un massimo di 2 volte ogni 24 ore. La sperimentazione delle ambulanze in atto deve essere, quindi, confermata ed ampliata", ha spiegato il direttore.

Le precisazioni

Il sistema emergenza-urgenza della Campania, dal 1° giugno, come è noto, si è adeguato a quello già in vigore in altre regioni italiane: "L'obiettivo del servizio in questione è quello di salvare la vita alle persone - sottolineano dalla Croce Bianca- Precedentemente, di innumerevoli interventi con il medico a bordo nelle ambulanze, solo una minima parte riguardava davvero pazienti in codice rosso. Il numero già insufficiente dei medici a disposizione, quindi, veniva impegnato in modo inadeguato. Mentre adesso il medico, invece di stazionare inutilmente in ambulanza, è impegnato effettivamente nel sistema  di emergenza-urgenza, attivandosi solo in caso di reale necessità e senza lo spreco di risorse".

La riflessione

Doveroso osservare, tuttavia, come al risparmio di risorse garantito dal nuovo sistema, dovrebbe corrispondere il miglioramento di altri servizi sanitari, come quello della medicina generale che quasi mai si mostra pronta a supportare, in caso di bisogno, i propri pazienti, "costringendo" questi ultimi,  il più delle volte, a ricorrere in modo improprio al sistema di emergenza-urgenza. Sistema che, di fatto, è destinato ad una tipologia di utenza differente. I disagi segnalati dai nostri lettori, in sostanza, avrebbero potuto avere conseguenze meno gravi, se solo il medico di base  avesse prestato soccorso al paziente di turno in difficoltà, rendendosi reperibile e, soprattutto, disponibile a visitarlo a domicilio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo sistema di emergenza-urgenza, la Croce Bianca: "Stop alle code di ambulanze al Pronto Soccorso, ottimi risultati a Salerno"

SalernoToday è in caricamento