rotate-mobile
Domenica, 14 Agosto 2022
Cronaca Pastena

Salerno ricorda "Chicca" ad un mese dalla morte: sit in a Pastena

Domani i rappresentanti di un comitato spontaneo, all’uscita della scuola situata a pochi metri dalla casa dell'assassino, nel quartiere Pastena, chiederanno agli alunni ed ai loro genitori di affiggere su una grande tela tanti cuori rosa

E’ passato un mese dall'uccisione “Chicca”, la cagnolina di circa sei mesi massacrata di botte dal suo padrone nel quartiere Pastena a Salerno. La sua morte ha smosso le coscienze di molti salernitani. E’ nato anche un comitato spontaneo e pochi giorni dopo centinaia di persone si sono ritrovate in piazza per chiedere giustizia. Sebbene il responsabile di tale orrore sia stato individuato la sera stessa, questo tipo di reato non prevede l'arresto. L’uomo, che in quel momento avrebbe potuto sfogare la sua rabbia su chiunque, resta a piede libero. La sua casa dista poche decine di metri da una scuola materna ed elementare. Ed è proprio qui davanti che domani, a distanza di un mese esatto da questo episodio di inaudita violenza, rappresentanti del comitato spontaneo "Uniti per Chicca", all'uscita della scuola, chiederanno ai bambini ed ai loro genitori di affiggere su una grande tela tanti cuori rosa in ricordo di Chicca, con lo scopo di contribuire a trasmettere ai più piccoli il valore dell'empatia e del rispetto nei confronti degli animali, ovvero dei soggetti più deboli della società.

Sarà anche l'occasione per promuovere la sottoscrizione di una lettera aperta, ad integrazione di quella online che conta quasi 25 mila firme, indirizzata al Procuratore Capo ed al Presidente del Tribunale di Salerno, affinché al responsabile venga applicato il massimo della pena prevista, ovvero la reclusione fino a due anni. La lettera aperta verrà poi portata, venerdì 17 marzo, presso la pizzeria Pizza&Pizza di lungomare Marconi, in una serata di beneficenza per i randagi del Cilento nata dalla pagina Facebook "Sei Vegano Se", in cui la cucina del ristorante LuNa Vegana si fonderà con la professionalità di chi ospita l'iniziativa.

Sabato 18 marzo si terrà, invece, un banchetto in piazza Caduti Civili di Brescia per l'intera giornata. Queste saranno le prime date di una raccolta firme che vedrà la consegna presso il Tribunale di Salerno il prossimo 27 aprile, per chiedere il giusto risalto al processo e calendarizzazione per una definizione celere. I membri del comitato chiedono “una proposta di legge per l'inasprimento delle pene per i reati a danno degli animali, che l'arresto sia una certezza, che non possa essere commutato in pena pecuniaria e che vengano attivati percorsi rieducativi per chi commette queste violenze”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salerno ricorda "Chicca" ad un mese dalla morte: sit in a Pastena

SalernoToday è in caricamento