Protesta dei dipendenti della Sita, l'appello di SOS Consumatori

Nota stampa dell'associazione salernitania a tutela dei consumatori

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

Alla cortese attenzione

- Presidente Giunta Regionale

On.Stefano Caldoro

-Presidente Provincia  di Salerno

Dott. Antonio Iannone

-Prefetto di Salerno

dott.ssa Gerarda Pantalone

Oggetto:  Richiesta d’intervento urgente, per scongiurare la chiusura del servizio trasporti, garantito dalla società  SITA  nella provincia di Salerno e in Campania.

L’associazione Nazionale SOS UTENTI CONSUMATORI, esprime grande preoccupazione per l’annuncio diffuso a mezzo stampa dalla Società Sita, in merito all’interruzione, del fondamentale servizio di mobilità,  a partire dal 1 marzo 2013.

L’associazione attraverso la presente chiede alle S.S.V.V. di intervenire con decisione, provvedendo a  compiere tutti gli atti politici e giuridici necessari per garantire la continuità del servizio, che rappresenta  buona parte della mobilità pubblica su gomma in generale, nella Regione Campania ed in particolare, nella Provincia di Salerno.

Si rammenta alle S.S.V.V. che per  buona parte  della provincia di Salerno, il trasporto su gomma garantito dalla Sita, rappresenta l’unico servizio di trasporto pubblico, ciò vale in particolare per i monti Picentini, la Costiera Amalfitana e gran parte del Cilento.

Un’interruzione delle corse Autobus della Sita in queste zone significherebbe un totale “isolamento”, causando una vera e propria morte civile, che colpirebbe centinaia di migliaia di utenti e cittadini, ma soprattutto rappresenterebbe una vera e propria violazione della Carta Costituzionale, in particolare, riteniamo che si violi l’art.3 comma secondo  “È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l'eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l'effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all'organizzazione politica, economica e sociale del Paese”.

Esprimiamo altrettanta preoccupazione per i 500 lavoratori che rischiano il posto di lavoro nel caso si realizzasse la nefasta chiusura in Campania  della Sita.

Pertanto nell’annunciare che saremo accanto ai cittadini, utenti, consumatori, nelle battagli e nelle manifestazioni democratiche che  decideranno di intraprendere per garantire il diritto alla mobilità pubblica, rivolgiamo un  accorato appello affinchè le Istituzioni in oggetto, svolgano tutto ciò che è in loro potere per allontanare l’ombra di questa ennesima riduzione di diritti che andrebbe a ledere sempre di più la qualità della vita della cittadinanza, allontanando di fatto, gli stessi cittadini dalle Istituzioni democratiche.

Lorenzo Forte

Responsabile sede di Salerno Sos utenti consumatori

Antonio Ferrara

Presidente nazionale Sos utenti consumatori

Torna su
SalernoToday è in caricamento