menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scandalo in sindacato per i tre estorsori: la Cgil svela i nomi ed espelle Ronca

A sua volta, anche la segreteria territoriale Uilcom di Salerno, d’intesa con la Segreteria Generale Uil, nel confermare l’indignazione, sospende da ogni incarico sindacale Masi e Tortora

Ha suscitato scalpore ed indignazione, l'arresto per estorsione dei tre sindacalisti salernitani, ieri. Le segreterie regionali e provinciali della Cgil, riunitesi questa mattina, d'accordo con le segreterie nazionali e regionali della Slc Cgil, hanno formalizzato l'espulsione di Mario Ronca, accusato di estorsione a un imprenditore di Salerno. Per il grave danno di immagine subito, dunque, l'organizzazione sindacale si costituirà parte civile nei tempi, nei luoghi e nei modi previsti dalle procedure processuali.

Le segreterie hanno, infine, ''espresso pieno apprezzamento per il gesto di denuncia dell'imprenditore che ha permesso di smascherare e condurre all'arresto Mario Ronca, Antonio Masi e Pasquale Tortora''.

A sua volta, anche la segreteria territoriale Uilcom di Salerno, d’intesa con la Segreteria Generale Uil, nel confermare l’indignazione, sospende da ogni incarico sindacale Masi e Tortora: già convocato l’Esecutivo Territoriale Uilcom per la loro espulsione. "Continueremo l’impegno sindacale quotidiano a tutela dei legittimi interessi e della dignità dei lavoratori e dei cittadini che da sempre si rivolgono alla Uil perché in essa trovano valori ed idealità essenziali nella vita di ogni uomo", fanno sapere dalla segreteria.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento