Sosta selvaggia: comincia la fase sperimentale per le telecamere anti-furbetti

Sono state installate in via Conforti, in una traversa di via dei Principati e ce n'è un'altra attiva in via Porta Elina. Per quelle funzionali al rispetto del codice della strada, c'è bisogno di un tempo tecnico di prova

Ciclomotori in sosta sotto i portoni e all'ingresso dei negozi, in pieno centro cittadino, automobilisti indisciplinati che cercano "scorciatoie" per dribblare il trafico nelle ore di punta. Il Comune di Salerno ha preso nota da tempo, ha raccolto segnalazioni e istanze dei residenti e ha deciso di contrastare la sosta selvaggia con l'installazione di tre telecamere in alcuni punti nevralgici della città, a partire da via Conforti (ma non solo).

I dettagli

L'installazione delle telecamere è stata già completata da tempo e gli "occhi elettronici" sono spalancati sui furbetti della sosta. E' necessario, però, un tempo tecnico di prova, rodaggio e rilascio per il via libera. "Lo prevede la legge. Due sono state installate in via Raffaele Conforti, l'altra in una traversa di via dei Principati. In questo momento è stata creata la rete di collegamento con i vigili urbani, l'interfaccia, è stato messo a punto il software - spiega l'assessore comunale alla mobilità, Mimmo De Maio -. Per le telecamere funzionali al rispetto del codice della strada, c'è bisogno di un tempo tecnico di prova, prima che entrino in vigore. il periodo di prova durerà un mese e comincerà dall'1 marzo. Servirà a verificare l'inquadratura, la chiarezza delle immagini. Non rientrano in questa casistica le telecamere utilizzate a Corso Garibaldi, per la sicurezza urbana, che seguono un altro iter. Abbiamo inviato richiesta al Ministero dei Trasporti anche per proter procedere con l'installazione di un'altra telecamere in via Porta Elina per contrastare gli indisciplinati che fanno retromarcia da piazza Portanova. Appena avremo l'ok, replicheremo quanto realizzato in via Conforti, dunque nella traversa che sbocca su Corso Vittorio Emanuele, e in via dei Principati".

L'obiettivo

La fase sperimentale del sistema di controllo telematico nelle zone a traffico limitato era stata già annunciata a giugno. L'obiettivo è contrastare soprattutto gli scooteristi indisciplinati. L'area pedonale viene invasa da ciclomotori che procedono a velocità sostenuta, mettendo a rischio la sicurezza dei passanti. Si limita anche lo spazio destinato alla passeggiata e la conseguenza è un danno provocato alle attività commerciali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La strage del Covid-19: muore nella notte 33enne incinta, Nocera piange Veronica

  • Nuovo Dpcm 3-4 dicembre: cosa cambierà, le anticipazioni

  • In arrivo nubifragi in Campania: le previsioni meteo per Salerno e provincia

  • Beccato alla guida senza mascherina: multato conducente in autostrada

  • Ospedale di Scafati, parla un paziente Covid: "Miracoli fatti in Campania? Qui mancano i caschi"

  • Morte di Veronica, la Lucarelli contro un giornalista locale: "Era importante specificare che fosse innamorata?"

Torna su
SalernoToday è in caricamento