Pontecagnano, riapre il sottopasso ferroviario: accordo Comune-Rfi

Da circa ventiquattro mesi era rimasto interdetto all’utilizzo da parte di pedoni ed automobilisti. Il sindaco ha anche annunciato la partenza degli interventi in Via Milano

“Grazie alla determinazione di questa Amministrazione ed in particolare dell’Assessore ai Lavori Pubblici Raffaele Sica, con cui che abbiamo ponderato ogni scelta con il solo scopo di tutelare la sicurezza dei cittadini; alla collaborazione di Rete Ferrioviaria Italiana; al Consigliere Regionale Luca Cascone, da subito in prima linea per raccogliere le nostre istanze e sostenere la nostra causa;  ma anche agli abitanti di Case Parrilli, che hanno compreso le nostre motivazioni pur vivendo per anni in condizioni di isolamento e disagio, l’obiettivo è stato raggiunto: mercoledì 20 marzo, alle ore 10.30, sarà riaperto il sottopasso di Via Torino. Contemporaneamente, inizieranno i lavori del sottovia di Via Milano, sostenuti interamente da Rfi, come preannunciato. Tralasciamo il capitolo delle polemiche sterili e del chiacchiericcio da bar e riappropriamoci tutti di una zona che merita di ritornare alla vita ed allo sviluppo. Pontecagnano Faiano cambierà davvero”. Sono queste le parole con cui il Sindaco Giuseppe Lanzara ha preannunciato la riattivazione del sottopasso di Via Torino, che da circa ventiquattro mesi era rimasto interdetto all’utilizzo da parte di pedoni ed automobilisti, e della partenza degli interventi nel sottovia di Via Milano.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'attesa

Una situazione che aveva generato enorme disappunto soprattutto fra i residenti, costretti a file interminabili in prossimità del passaggio a livello o a percorsi alternativi, che ne allungavano notevolmente il percorso. Dopo mesi di incontri e trattative, l’intesa è stata raggiunta e sottoscritta lo scorso 13 marzo, quando tra Comune e Rete Ferroviaria Italiana è stato firmato un accordo attraverso cui si è stabilito che Rfi “provvederà a propria cura e spese alla realizzazione dell’opera” e “modificherà l’organizzazione dell’impianto di sollevamento del sottovia al km 62+615 al fine di assicurare il funzionamento con l’utilizzo del gruppo, nelle more dell’attivazione della cabina elettrica”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore folgorata in casa, la difesa dell'elettricista: "Indagate tutti i familiari"

  • Coronavirus, 27 nuovi contagi in Campania: il bollettino

  • Covid-19: 5 nuovi contagi in Campania, i dati del bollettino

  • Incidente mortale nella notte, Cava: giovane centauro perde la vita

  • Covid-19, De Luca: "In Campania fatto miracolo". E annuncia: "Vaccino contro tumore"

  • Caso sospetto di Covid-19 a Salerno, medico del 118 in isolamento

Torna su
SalernoToday è in caricamento