Cronaca

Cava de' Tirreni: ventiduenne arrestato per spaccio

In seguito all'arresto, il giovane è stato trovato in possesso di oltre 100 grammi di sostanze stupefacenti, un coltello a serramanico, sostanze chimiche per il taglio della cocaina, buste di cellophane e un bilancino di precisione

Un ventiduenne cavese, M.N., è stato arrestato dai carabinieri della Tenenza del comune metelliano perchè colto in flagranza di reato di spaccio di cocaina e marijuana. In seguito all'arresto, avvenuto nel fine settimana scorso, il giovane è stato trovato in possesso di oltre 100 grammi di sostanze stupefacenti, un coltello a serramanico, sostanze chimiche per il taglio della cocaina, buste di cellophane e un bilancino di precisione. In seguito al rito direttissimo, tenutosi a Nocera Inferiore, è emersa la convalida dell’arresto e la concessione dei termini a difesa, con la conseguente restrizione presso la propria abitazione.

Le altre operazioni

Nel corso del controllo del territorio, i carabinieri hanno denunciato a piede libero il trentenne V.D.M. per furto aggravato e continuato di legna. Al giovane è stata sequestrata una motosega di grosse dimensioni e diversi quintali di legna già tagliata proveniente da un bosco privato che è stata, poi, consegnata al legittimo proprietario. I militari, poi, in seguito ad indagini scaturite grazie alla denuncia di una giovane hanno denunciato a piede libero il cinquantaduenne S. C., di Pagani, già pregiudicato per reati predatori, per furto aggravato di un autoradio. Sempre gli uomini del tenente Pessolano hanno denunciato a piede libero un quarantaduenne cavese, V.L., per aver danneggiato, con tagli profondi, le selle di due motociclette regolarmente parcheggiate. Sempre a Cava i militari hanno sequestrato un'area di oltre mille metri quadrati, di proprietà della cinquantunenne A.H., titolare di una ditta di commercio all'ingrosso ed al dettaglio di materiale edile, che era stata adibita, abusivamente, a discarica di rifiuti speciali. La dona è stata denunciata all'Autorità Giudiziaria per violazione delle leggi ambientali. Infine, i carabinieri, hanno eseguito una specifica ordinanza emessa dal Gip del Tribunale di Nocera Inferiore assicurando alle cure mediche coatte, con l'obbligo di ricovero presso la casa di cura La Quiete di Pellezzano,  il quarantacinquenne G. S., perché responsabile dei reati di esplosione di petardi, avvenuta di notte ed in luogo pubblico, con conseguente disturbo alla pubblica quiete, danneggiamento aggravato e minacce e lesioni nei confronti di familiari.  .  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cava de' Tirreni: ventiduenne arrestato per spaccio

SalernoToday è in caricamento