rotate-mobile
Cronaca

Stabilizzazione del personale precario all'Asl e al Ruggi: "Tuteliamo i lavoratori"

A chiederlo è, in una nota inviata ad entrambi i manager, la segreteria territoriale della Fials Salerno

Richiesta di ricognizione del personale precario in possesso dei requisiti per la stabilizzazione all’interno dell’Asl Salerno e dell’azienda “Ruggi d’Aragona” di Salerno. 

L'appello

A chiederlo è, in una nota inviata ad entrambi i manager, la segreteria territoriale della Fials Salerno: “La legge in materia ha stabilito che le aziende e gli Enti del Servizio sanitario nazionale, in coerenza con i Piani triennali di fabbisogno del personale, fino al 31 dicembre 2024 possono assumere a tempo indeterminato il personale del ruolo sanitario e gli operatori socio sanitari, anche non più in servizio, reclutati a tempo determinato e che abbiano maturato, al 31 dicembre 2023, 18 mesi di servizio, anche non continuativi, di cui almeno sei mesi nel periodo tra il 31 gennaio 2020 e il 30 giugno 2022. Per questo - ha detto il segretario territoriale della Fials Salerno Carlo Lopopolo - bisogna procedere ad una nuova ricognizione del personale con contratto a tempo determinato che abbia maturato i requisiti di stabilizzazione nel Servizio sanitario regionale, in modo da procedere alla stabilizzazione dei lavoratori interessati. Asl e Ruggi ne beneficerebbero parecchio in termini di qualità dei servizi prestati alla comunità”.

  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stabilizzazione del personale precario all'Asl e al Ruggi: "Tuteliamo i lavoratori"

SalernoToday è in caricamento