Cronaca

Stadio "Vestuti", la Giunta approva il nuovo progetto: i dettagli

Il progetto, firmato dallo studio “Carlo Cuomo associati” prevede il restauro di tutta la zona vincolata del vecchio stadio che interessa la maggior parte della superficie, senza trascurare il risanamento dell’impianto

Lo stadio

Via libera al restyling dello stadio “Vestuti” di Salerno. Nei giorni scorsi, infatti, la Giunta comunale presieduta dal sindaco Enzo Napoli ha approvato la delibera che autorizza i lavori di riqualificazione, che dureranno circa tre anni, della storica struttura sportiva situata in Piazza Casalbore.

I dettagli

Il progetto, firmato dallo studio “Carlo Cuomo associati”, prevede - riporta La Città - il restauro di tutta la zona vincolata del vecchio stadio che interessa la maggior parte della superficie, senza trascurare il risanamento dell’impianto, dei locali adibiti a palestra e della facciata principale. Non è stata ancora abbandonata l’idea di realizzare un vero e proprio “Museo dello Sport” e di pedonalizzare Piazza Casalbore. Alle spalle della Curva Sud, invece, sarà costruita una struttura privata adibita a struttura ricettiva per gli atleti e gli operatori sportivi con servizi di supporto alle attività sportive svolte nello stadio. Spazio inoltre a bar e ristoranti ma anche a sale riunioni e convegni. Ci sarà spazio anche per i parcheggi: un solo piano interrato, sotto piazza Casalbore, sarà destinato alla realizzazione di 115 posti auto. Il parcheggio sarà a pagamento e sarà dato in gestione all’impresa che a proprie spese realizzerà l’intervento per tutta la durata della concessione, fissata a trent’anni.

Nel progetto urbanistico rientrano anche le aree mercatali di Piazza Cavalieri di Vittorio Veneto e di via Piave e la costruzione ad Ogliara di una nuova palestra per basket e pallavolo, al posto della “Senatore” sulla cui area sorgerà la struttura ricettiva.  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stadio "Vestuti", la Giunta approva il nuovo progetto: i dettagli

SalernoToday è in caricamento