menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il porto commerciale

Il porto commerciale

Porto di Salerno, fermata una nave straniera: standard di sicurezza insufficienti

Una grossa imbarcazione è stata bloccata dai militari della Capitaneria nel porto di Salerno al termine dell'ispezione di Port State Control. Sanzionati il comandante e l'armatore

Una nave mercatile è stata fermata dagli uomini della Guardia Costiera all’interno del porto di Salerno perché in possesso di standard di sicurezza insufficienti. La grossa imbarcazione è stata sottoposta all’ispezione di Port State Control, alla quale vengono sottoposte le unità straniere da parte dell’Autorità dello Stato di approdo, che riveste particolare importanza in quanto rivolta a garantire che una nave che scala un porto in navigazione internazionale non presenti condizioni sub-standard rispetto a quelle stabilite nelle Convenzioni Internazionali che regolamentano la sicurezza della navigazione (come l’Agenzia Europea per la Sicurezza Marittima – Emsa) costituendo così un pericolo per la salvaguardia della vita umana in mare ma anche per l'ambiente e lo stesso habitat rivierasco dei porti in cui vanno ad effettuare i loro traffici commerciali. In tale ottica, con l’ausilio anche di strumenti di controllo europei (come la piattaforma informatica Thetis) le navi ispezionate che risultano non conformi agli standard di sicurezza dettati dalle norme internazionali sono destinate all’allontanamento dai mari europei.

Per questi motivi gli uomini appartenenti al Nucleo specialistico di Sicurezza della Navigazione alle dipendenze del comandante Gaetano Angora hanno provveduto ad effettuare il fermo amministrativo dell’unità commerciale straniera giunta ieri mattina nel porto di Salerno, che presentava deficienze relative alle dotazioni di sicurezza personali e collettive nonché all’operatività della timoneria di emergenza attivabile in caso di abbandono nave. Al comandante e all’armatore della nave, attualmente ancora in porto, è stata verbalizzata una sanzione pecuniaria di circa 800 euro. Ora non potrà riprendere il viaggio prima che siano state adeguate le dotazioni di sicurezza agli standard internazionali previsti e effettuate le riparazioni necessarie, verificate e certificate dall’ente tecnico di bandiera preposto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento