Capodanno in sicurezza, le ordinanze dei sindaci a Salerno e provincia: "Alt ai botti"

Il sindaco del capoluogo, Vincenzo Napoli, ha spiegato di aver fatto visita alla parrocchia di Sant'Eustachio e di aver ricevuto in dono dal parroco, Don Nello Senatore, "una lampada da mettere sul davanzale: accendiamo quella, anziché la miccia"

"No ai botti a Capodanno. Festeggiamo con un brindisi di speranza". L'appello è unanime, a Salerno e provincia. Si traduce in ordinanze. Mentre il sindaco del capoluogo, Vincenzo Napoli, ha spiegato di aver fatto visita alla parrocchia di Sant'Eustachio e di aver ricevuto in dono dal parroco, Don Nello Senatore, "una lampada da mettere sul davanzale, perché dobbiamo accendere quella e non la miccia dei botti", fioccano le ordinanze in provincia.

Sarno e Agropoli

Il sindaco di Sarno Giuseppe Canfora ha firmato l'ordinanza con la quale vieta l'accensione e lo sparo di qualsiasi tipo di fuoco d'artificio nelle giornate dal 30 dicembre 2020 al 2 gennaio 2021. Ecco la decisione del primo cittadino di Agropoli, Adamo Coppola: "Sono pericolosi e creano spavento: per questi motivi anche quest'anno ho firmato un'ordinanza che impone il divieto di accendere artifici pirotecnici tra il 30 dicembre 2020 e il 6 gennaio 2021. È un gesto di civiltà".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Campania, parte la zona gialla "rinforzata": ecco cosa si potrà fare (e cosa no)

  • Nuovo Dpcm e zona gialla per la Campania: ecco le nuove regole da rispettare

  • Nuovo Dpcm 15 gennaio: ecco cosa dovrebbe cambiare anche in Campania, nelle zone gialle riaprono i musei

  • In Campania il numero dei vaccinati è maggiore dei vaccini arrivati: la Regione si affretta a chiarire

  • Strada ghiacciata, incidente a catena in autostrada a Pontecagnano: quattro i feriti

  • Vaccino ad amici e parenti, indaga la Procura di Salerno: intervengono i Nas

Torna su
SalernoToday è in caricamento