rotate-mobile
Lunedì, 8 Agosto 2022
Cronaca Capaccio

Choc nella Piana del Sele, strage cruenta di bufalotti "perchè maschi"

Come racconta il quotidiano La Città, innumerevoli capi bufalini maschi, per ragioni economiche, vengono annegati nei corsi d'acqua e uccisi o soppressi a colpi di bastone o ancora abbandonati e lasciati morire di fame e stenti

Orrore nella Piana del Sele. Come racconta il quotidiano La Città, innumerevoli capi bufalini maschi, per ragioni economiche, vengono annegati nei corsi d'acqua e uccisi o soppressi a colpi di bastone o ancora abbandonati e lasciati morire di fame e stenti. Tutto ciò perchè non essendo femmine, non producono il latte utilizzato dai casari per la mozzarella. L'ultima mattanza è avvenuta in località Cannito a Capaccio: tra sterpi e rovi sono stati trovati 12 piccoli, di cui solo uno di sesso femminile. Una strage in un territorio, la Piana del Sele, dove si registra la maggiore presenza di aziende zootecniche votate, appunto, alla produzione dell’oro bianco, si legge sul quotidiano.

Il bufalotto maschio senza latte non rappresenta per l'allevatore un guadagno ma un costo e da qui parte la strage cruenta dei vitellini: alcuni sono stati ritrovati ancora con un cappio al collo, quello utilizzato per trascinarli fino alla sponda del fiume da dove vengono lanciati in acqua ancora vivi. I 12 vitellini lasciati a Cannito, invece, erano stati legati tra di loro e poi appesi ad un albero. Altri appena nati vengono strappati alla madre e soffocati direttamente in stalla con della paglia in gola e poi sotterrati vivi. Uno scempio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Choc nella Piana del Sele, strage cruenta di bufalotti "perchè maschi"

SalernoToday è in caricamento