Palomonte, Striscia La Notizia dà voce ai residenti delle baracche post terremoto

Il Comune aveva assegnato loro delle case popolari dove, però, manca l'elettricità: una situazione paradossale

In onda ieri sera, su Canale 5, il servizio del tg satirico “Striscia La Notizia” che ha puntato i riflettori sui fabbricati post sisma e sulle nuove case popolari di Palomonte. Diverse famiglie di località Valle, infatti, dal 1980 vivono ancora nelle baracche di legno.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Luca Abete si è occupato di dar voce ai residenti che risultano assegnatari delle case popolari dove manca l’allaccio dell’elettricità. A novembre,  l’ufficio tecnico del Comune ha invitato i cittadini a sgomberare i fabbricati entro 60 giorni, per trasferirsi presso le case popolari dove mancano energia elettrica e riscaldamenti. Una situazione paradossale a cui il Comune ha promesso di provvedere al  più presto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma a Torrione: donna si sente male sulla spiaggia e muore

  • Covid-19: salgono i contagi a Salerno e provincia, muore un paziente. L'appello di Polichetti (Fials)

  • Dramma a Casal Velino: anziano esce dal mare e muore sulla spiaggia

  • Covid-19, sono 41 i contagiati a Salerno: terzo caso in poche ore

  • Covid-19, altri 19 casi positivi in Campania: il bollettino

  • Covid-19: nuovo caso ad Agropoli, altri 2 positivi a Salerno

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento