Pienone a Salerno per il tradizionale "struscio" tra inciviltà ed eccessi, sul Corso anche il Governatore

Molti, proprio in occasione delle vigilie di Natale e Capodanno, gli adolescenti che, a spasso con intere bottiglie di alcolici, rischiano, puntualmente, il coma etilico

Foto di Antonio Capuano

Boom di presenze, a Salerno città, per il tradizionale struscio della vigilia di Natale. Tutti in strada, tra drink, brindisi e auguri, dunque, i salernitani di ogni età. Dalla tarda mattinata e fino al tardo pomeriggio, è stato necessario ricorrere ad un vero e proprio slalom per percorrere il centro cittadino, mentre il traffico, sempre come tradizione impone, è risultato paralizzato per gran parte della giornata, con l'aggiunta della riduzione o della sospensione delle linee dei Busitalia, con tutti i disagi del caso. Tra i tanti sul Corso, anche il Governatore della Campania Vincenzo De Luca che si è concesso qualche ora di relax, in compagnia del figlio Piero.

Le ordinanze

Onde evitare l'effetto discoteca sul Corso, registrato gli scorsi anni, il sindaco di Salerno ha emesso delle apposite ordinanze per contenere le emissioni sonore negli spazi esterni, nonchè il divieto di vendita, somministrazione, detenzione di bevande in bottiglie di vetro ed in lattine.

Il video dello struscio

Eppure, in più parti della città, la musica a tutto volume si è udita eccome. Non solo. Fenomeno non meno allarmante (ed anche questo entrato a far parte tristemente della tradizione salernitana  ndr), quello dei fiumi di alcol nei quali si lasciano trascinare i più giovani. In piazza Portanova, piazza Flavio Gioia, Largo Campo e Corso Vittorio Emanuele, tante, anzi troppe, le bottiglie e i bicchieri abbandonati in aiuole, nonchè  su muretti e panchine. Per alcuni gestori, purtroppo, qualche bicchiere in più, somministrato illecitamente anche, e soprattutto, a minori, rappresenta un'entrata finanziaria da ottenere  a ogni costo, anche al prezzo di danneggiare la salute di qualche ragazzino. Proprio in occasione delle vigilie di Natale e Capodanno, infatti, molti gli adolescenti che, portando come trofei intere bottiglie alcoliche, rischiano, puntualmente, il coma etilico. Insomma, lo scenario di festa è stato ancora una volta sporcato dall'inciviltà e dagli eccessi che con il Natale, in realtà, hanno ben poco a che fare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La strage del Covid-19: muore nella notte 33enne incinta, Nocera piange Veronica

  • Ospedale di Scafati, parla un paziente Covid: "Miracoli fatti in Campania? Qui mancano i caschi"

  • Lutto a Buonabitacolo: muore a 35 anni l'Appuntato Scelto Luca Ferraiuolo

  • Sangue in strada: accoltellamento a Pastena, fermato un uomo

  • Decreto del 4 dicembre: che cosa succederà a Natale, le indiscrezioni

  • Covid-19: muore un 34enne ad Agropoli, nuovi casi a Caggiano e Pagani

Torna su
SalernoToday è in caricamento