menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Studenti falsi poveri, certificati truccati per non pagare le tasse

Le dichiarazioni degli studenti attestavano una «falsa» indigenza che determinava una ripartizione iniqua delle agevolazioni economiche a disposizione dall'università a discapito di chi ne aveva diritto

False dichiarazioni Isee per ottenere sconti sulle tasse d'iscrizione. È quanto appurato dalla compagnia della Guardia di Finanza di Nocera Inferiore guidata dal comandante Giuseppe Bifero che dall'inizio del 2013 ad oggi ha svolto controlli specifici, sia individuali che a campione, sulle autocertificazioni presentate dagli studenti.

L'attività - riporta il quotidiano Il Mattino - rientra nel controllo più generale sulla spesa pubblica e si è avvalsa, in questo caso, di un protocollo stipulato a livello regionale tra le fiamme gialle e l'Università Federico II di Napoli. Su un campione di circa 20 studenti provenienti dai comuni dell'Agro nocerino sarnese, le irregolarità accertate sono state pari al 40%.

Le dichiarazioni degli studenti attestavano una "falsa" indigenza che determinava poi una ripartizione iniqua delle agevolazioni economiche messe a disposizione dall'università a discapito di chi invece ne aveva diritto. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Salerno: San Matteo ed il miracolo dei leoni del Duomo

Attualità

Vaccinazioni in Campania, al via le adesioni degli “over 60”

Attualità

Covid-19: la Campania verso la conferma in zona rossa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento