Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca

Inquinamento tra Salerno e Vallo dell'Irno, l'appello di Amatruda e Somma: "Si deve intervenire"

Dall’indagine è emerso che i livelli di inquinamento di aria, acqua e suolo del territorio della Valle dell’Irno sarebbero superiori alla media facendo scattare un preoccupante campanello d’allarme

Sono stati resi noti dal presidente della Regione Vincenzo De Luca i numeri dell’indagine “Spes”, curata dall’istituto zooprofilattico per il Mezzogiorno, che ha interessato 175 Comuni e coinvolto 4.200 cittadini in un’attività di indagine durata cinque anni per valutare i livelli di contaminazione di aria, acqua, suoli, prodotti agroalimentari. Dall’indagine è emerso che i livelli di inquinamento di aria, acqua e suolo del territorio della Valle dell’Irno sarebbero superiori alla media facendo scattare un preoccupante campanello d’allarme.

I commenti 

“Sono dati – afferma il primo cittadino di Mercato San Severino Antonio Somma – che certificano le nostre preoccupazioni espresse già da tempo e che ci hanno portato a mettere la tematica ambiente al centro della nostra azione amministrativa. Basti pensare che già nel 2017, immediatamente dopo l’insediamento della mia Amministrazione abbiamo richiesto l’istituzione del registro tumori presso il Comune. Richiesta respinta perchè ci é stato eccepito che la competenza fosse dell’Asl, salvo poi scoprire, nostro malgrado, che il registro istituito presso l’Asl era fermo al 2012. E ancora – continua il Sindaco Somma – penso alle battaglie fatte sin dalla campagna elettorale contro ogni impianto di smaltimento rifiuti che potesse sorgere sul nostro territorio, le numerose richieste di intervento per la bonifica del torrente Solofrana e per la risoluzione di varie problematiche sul nostro territorio.E’ evidente che vi é una problematica ambientale sul nostro territorio, certificata ora dalla Regione Campania. Ritengo non vi sia altro tempo da perdere, occorre istituire un tavolo tra i Sindaci del territorio, il Presidente della Regione e l’Assessore alla Ambiente per individuare le azioni da mettere in campo a tutela della salute dei cittadini”.

Il giornalista Gaetano Amatruda dell’Associazione Andare Avanti: “Nella Giornata mondiale dell’Ambiente il Sindaco di Salerno batta un colpo. Lo studio Spes dell’Istituto zooprofilattico del Mezzogiorno, serio ed approfondito, non può lasciare nell’immobilismo il Comune capoluogo. Nell’area nord di Salerno, nella Valle dell’Irno, i livelli di alcune sostanze tossiche nel sangue - dice il giornalista che vive nella zona e che ha realizzato diversi video - sono superiori alla media. Il sindaco di Pellezzano, l’unico che ha sempre insisto sul tema, Francesco Morra è intervenuto ed ha sollecitato soluzioni. Si sono aggiunti anche Gianfranco Valiante di Baronissi ed Antonio Somma di Mercato San Severino. Insieme sollecitano la Regione e lo stesso Governo. È necessaria - prosegue - un’azione anche del Comune di Salerno, probabilmente quello che ha più responsabilità, sicuramente quello più pavido.Enzo Napoli sia garante della salute dei cittadini, della battaglia sulla qualità dell’area. Le sue distrazioni sono uno schiaffo alle famiglie, ai bambini, ai più fragili” 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inquinamento tra Salerno e Vallo dell'Irno, l'appello di Amatruda e Somma: "Si deve intervenire"

SalernoToday è in caricamento